Coronavirus. Nicola Magrini sta bene. Veneto: i malati sono oltre 11mila. Marche: 150 nuovi casi. Controlli: 20mila denunciati nel weekend. Test immunità: primi i lavoratori ‘strategici’

La pandemia del coronavirus sembra essere vicina ad imboccare in Italia la curva discendente che dovrà portarci alla fase 2. Fra i positivi c’è anche il direttore dell’Aifa, Nicola Magrini. Mentre continua drammaticamente a salire il numero dei medici morti: secondo l’ultimo aggiornamento sono 87. Gli infermieri deceduti (al 4 aprile) sono 25 e 5.500 i contagiati.

Controlli: 20mila denunciati nel weekend
Con gli 11mila di ieri salgono ad oltre 20mila le persone denunciate nel weekend dalle forze dell’ordine per il mancato rispetto delle misure di contenimento. Ieri sono stati 186.741 i controllati: 11.022 sono stati sanzionati per i divieti di spostamento, 47 per false dichiarazioni e 25 per violazione della quarantena. Gli esercizi commerciali controllati sono stati 66.538: 115 titolari sono stati sanzionati, per 24 è stata decisa la chiusura dell’attività. Sabato i denunciati erano stati circa 9.500. Cinque persone sono state denunciate a Pavia: stavano facendo una festa in casa.

Test immunità, pochi giorni per la validazione
Ci saranno risposte “in tempi brevi” e in “pochi giorni” si avrà la validazione dei test sierologici da poter usare su larga scala su campioni della popolazione. Lo afferma all’Ansa il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli. La validazione dei test avverrà, spiega, “sulla base di 4 criteri e dovranno essere test con una valenza nazionale, in modo che non vi sia il rischio di difformità tra le varie Regioni”. Sarà privilegiato chi opera nel campo dei lavori strategici.

Positivo il direttore dell’Aifa
Il direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco Nicola Magrini si è sottoposto a tampone ed è risultato positivo. Lo rende noto l’Aifa come previsto dalla normativa, è in isolamento. Magrini sta bene e continuerà a svolgere il suo lavoro da remoto. Tutti coloro che sono stati in stretto contatto con lui saranno in isolamento domiciliare fino a verifica del loro stato.

Lombardia, Gallera: “Rischioso riaprire le chiese per Pasqua”

In Veneto oltre 11mila positivi
In Veneto i positivi sono stamane 11.588, 181 in più della rilevazione di ieri sera. Lo rende noto il bollettino della Regione Veneto. Calano i malati in terapia intensiva che sono 322, 5 in meno. I decessi sono 10, dato che porta a 609 il totale delle morti. I pazienti in area non critica sono 1.602 (17 in più). I casi attualmente positivi sono 9.943, quelli dei negativizzati virologici 983. I deceduti in ospedale e in aree extra ospedale sono complessivamente 662.

FOCUS Il link per il download della app AutoCert19 per chi possiede un dispositivo mobile Apple: https://onelink.to/autocert19

Marche: 150 nuovi casi
Nelle Marche altri 150 casi di contagio da coronavirus su 667 tamponi esaminati nelle ultime 24 ore: ora le persone positive nelle Marche salgono a 4.614 su un totale di 15.919 test eseguiti.

Umbria, i morti salgono a 44
Dai dati aggiornati alle ore 8 di lunedì 6 aprile, 1253 persone (+14 rispetto a ieri) in Umbria risultano positive al virus Covid-19, di cui 929 in provincia di Perugia (+4 rispetto a ieri) e 284 in quella di Terni (+9 rispetto a ieri); i guariti sono 84 (+28 rispetto a ieri), di cui 63 provincia di Perugia (+20 rispetto a ieri) e 21 in quella di Terni (+8). Risultano 253 clinicamente guariti (+11), di cui 177(stabile) residenti nella provincia di Perugia e 76 (+11) in quella di Terni. I deceduti sono XMRdi Terni, 4 di fuori regione.

Sala: “Fare il possibile per fornire le mascherine”

Le mascherine “è necessario utilizzarle, certo è che nella prima fase dovremo fare tutto il possibile per fornirle ai cittadini. Ne parlerò  con il presidente Attilio Fontana, insieme agli altri sindaci lombardi perché il nostro collega Nardella (sindaco di Firenze, ndr) ci fa presente che in Toscana è obbligatorio ma la Regione ha fornito mascherine per tutti i cittadini fiorentini”. Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. A tal proposito il governatore della Toscana, Enrico Rossi ha detto a Radio Popolare che “sono già partiti i camion per la distribuzione ai Comuni vtoscani delle mascherine da consegnare ai cittadini”. E sempre in temadi mascherine il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio ha informato che “stanotte ne sono arrivati 9 milioni”. Quanto alla fase 2, il ministro ha sottolineato: “Non sarà un ‘liberi tutti'”.