Coronavirus, farmaco anti-artrite Tocilizumab: Aifa lavora per avviare sperimentazione

0
Coronavirus, farmaco anti-artrite Tocilizumab

Coronavirus. Si lavora a un farmaco efficace

«L’Aifa ha approvato il protocollo della sperimentazione scientifica del Tocilizumab, Napoli e Modena saranno i capofila. Partiremo con priorità immediata in 10-15 giorni su 250 pazienti in Italia». Lo annuncia all’agenzia ANSA Vincenzo Montesarchio, infettivologo dell’ospedale Cotugno di Napoli che sta lavorando insieme a Paolo Ascierto, direttore dell’unità di immunologia clinica del Pascale, sull’effetto positivo del farmaco sulla polmonite indotta dal Coronavirus.

«L’Aifa ha approvato il nostro protocollo di sperimentazione e siamo entusiasti nel partire insieme a Modena», sottolinea Montesarchio. «A Napoli la sperimentazione – spiega Montesarchio – sarà coordinata dall’Istituto Pascale che ha uno staff di ricerca sperimentale di alto livello. L’Aifa ci darà dei percorsi prioritari, perché il virus è qui e ora e quindi non si seguiranno i tempi normali di sperimentazione. Io sarei felicissimo di partire in 10-15 giorni al massimo». Intanto l’uso del Tocilizumab prosegue nelle corse dell’ospedale Cotugno di Napoli, la prima linea della battaglia al coronavirus in Campania. «Stamattina – spiega Montesarchio – abbiamo chiesto il trattamento per trenta pazienti che stiamo già iniziando».

Poi la rettifica. Vincenzo Montesarchio, infettivologo dell’ospedale Cotugno di Napoli, corregge le sue dichiarazioni. «Relativamente al protocollo in oggetto – afferma – non ho personalmente alcuna certezza circa la sua approvazione. Il protocollo stesso non è stato approvato da AIFA, ma è in valutazione per l’approvazione e tutti speriamo che nei prossimi giorni si possa addivenire ad una soluzione positiva».

Si continua nel frattempo il monitoraggio degli 11 pazienti già trattati a Napoli: «Attualmente – spiega Paolo Ascierto – nove pazienti su undici che sono stati trattati con il Tocilizumab mostrano evidenti segni di ripresa. Di questi 11, 7 sono intubati e 4 hanno una marcata insufficienza respiratoria in reparto. Dei 7 pazienti intubati, 5 pazienti hanno avuto un miglioramento importante dei parametri di funzionalità respiratorio, uno è ancora stazionario e uno è morto nei giorni scorsi. Tutti i quattro pazienti critici ma che sono semplicemente ricoverati in reparto hanno segni di miglioramento clinico e addirittura uno di questi non è più in ossigenoterapia a intermittenza. Continuano le segnalazioni di efficacia del farmaco negli altri centri». «Il modello collaborativo dell’Istituto Pascale – commenta il direttore dell’Istituto Attilio Bianchi – sta manifestando in questa occasione tutta la sua potenzialità. Essere cauti è d’obbligo, ma anche fiduciosi che lo studio clinico fornirà ulteriori elementi di valutazione».

 

Articolo PrecedenteCoronavirus, infermiere italiano in Uk: “Qui è tutto assurdo: ho la mascherina, mi ridono in faccia”
Prossimo ArticoloCoronavirus, in provincia di Brescia si registra un decesso ogni 32 minuti
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.