Contagiati covid e senza cibo, nemmeno il latte per la bimba: carabinieri comprano tutto a loro spese

0
Contagiati covid e senza cibo, nemmeno il latte per la bimba.

Contagiati covid e senza cibo, nemmeno il latte per la bimba. Il calvario vissuto da una famiglia siciliana di Porto Empedocle composta da una coppia di coniugi con 4 figli a carico di cui una neonata, tutti contagiati dal coronavirus, compresa la piccola.

Contagiati dal Covid e costretti all’isolamento, sono rimasti senza cibo e persino senza acqua, letteralmente abbandonati a sé stessi tanto da indurli a chiedere aiuto ai carabinieri che infine sono intervenuti e hanno fatto la spesa per loro. È il calvario vissuto da una famiglia siciliana di Porto Empedocle composta da una coppia di coniugi con 4 figli a carico di cui una neonata, tutti contagiati dal coronavirus, compresa la piccola. Tutto è iniziato lo scorso 20 agosto quando alcuni di loro sono risultati positivi al test per covid e per tutta la famiglia è scatta la quarantena obbligatoria. Il virus poi ha colpito anche gli altri e tutti da allora sono rinchiusi in casa.

Alcuni hanno accusato anche i sintomi covid ma la situazione più grave si è rivelata quella economica visto che il padre, un empedoclino di 52 anni, non potendo uscire da casa per i lavoretti saltuari che era abituato a svolgere, si è ritrovato senza alcun reddito. La famiglia, composta anche dalla mamma di 38 anni e dai figli di 15, 17 e 18 anni, nonché dall’ultima arrivata di tre mesi e mezzo, si è trovata così senza nemmeno i soldi per la spesa e l’acqua. La situazione economica della famiglia, già precaria, è diventa così drammatica fino a spingerla a chiedere aiuto ai carabinieri che si sono subito mobilitati comprando cibo e alimenti a loro spese. “Non abbiamo parenti che possano aiutarci e da tre giorni siamo senza acqua da bere e per i servizi igienici, visto che la cisterna si è svuotata. Perfino la piccina non aveva nulla da mangiare” ha raccontato a madre 38enne, rivelando: “Ho chiamato il sindaco, gli assistenti sociali, perfino l’Asp e i pompieri ma hanno fatto tutti orecchie da mercante”.

“Non sapendo a quale altra porta bussare, ho chiamato i carabinieri. Avevo visto in passato, attraverso gli organi di informazioni che si erano dimostrati sensibili e disponibili a tendere una mano d’aiuto” ha spiegato la donna, rivelando: “Il maresciallo, a sue spese, mi ha portato il latte, i pannolini per la bambina, ma anche della carne e dei generi alimentari freschi e a lunga conservazione e delle cassette d’acqua”. La famiglia, in isolamento domiciliare, continua però a restare però senz’acqua nella cisterna dell’appartamento. “Visto che mio marito non può uscire per andare al lavoro, avevo chiesto dei buoni spesa. Ma non ho avuto risposta. Avevo chiesto del disinfettante, dell’alcol, ma niente. L’unica persona a offrire un aiuto concreto è stato il maresciallo che non so come ringraziare”.

Articolo Precedente“Se parli ti mando i servizi sociali a casa”, le minacce del 30enne alla 12enne stuprata a Bologna
Prossimo ArticoloVanessa Zappalà, il carabiniere che raccolse la denuncia contro l’ex: “Era diventata una sorella”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.