Condannato a morte aspetta per 26 anni l’esecuzione prima di essere dichiarato innocente

0
Condannato a morte aspetta per 26 anni l’esecuzione prima di essere dichiarato innocente.

Condannato a morte aspetta per 26 anni l’esecuzione prima di essere dichiarato innocente.  Condannato a morte per un omicidio nel 1992, Eddie Lee Howard ha aspettato per 26 anni l’esecuzione pur essendo innocente. Dopo quasi 30 anni, l’uomo è stato dichiarato innocente ed è finalmente libero. Innocence Project, che ha seguito il caso, ha dichiarato che questo è il 28esimo caso di errore in una condanna certificato.

Ha trascorso 26 anni nel braccio della morte dopo esser stato condannato per omicidio. Dopo anni da prigioniero, finalmente è stata riconosciuta la sua innocenza e a 67 anni Eddie Lee Howard è finalmente un uomo libero. Condannato a morte più volte per l’omicidio nel 1992 di Georgia Kemp, anziana donna di 84 anni. Per scagionarlo sono state usate più volte prove del DNA e testimonianze di terzi, ma la sua condanna sembrava inappellabile fino a qualche giorno fa.

In una dichiarazione rilasciata all’Innocence Project, Howard ha ringraziato le persone che negli anni lo hanno aiutato a dimostrare la sua innocenza e realizzare “il suo sogno di libertà”. L’organizzazione che stava cercando di scagionare l’ex detenuto ha sottolineato che l’inversione di marcia segna il ventottesimo caso di errore certificato nell’emissione di una sentenza. Attualmente l’associazione sta lavorando per provare l’innocenza di altre due condanne a morte.

Innocence Project e l’errore nella sentenza

“Ringrazio tutte le persone che hanno lavorato per me – ha dichiarato Howard – senza di loro io sarei ancora nel braccio della morte del Mississipi in attesa di essere giustiziato”. L’accusa contro Howard è stata ritirata perché non vi erano prove sufficienti per condannarlo oltre ogni ragionevole dubbio. I dubbi sulla condanna a morte sono iniziati quando l’esame di un morso sul seno della vittima ha fatto risultare incompatibili i segni con l’identità di Eddie Lee.

Questo, però, non è stato sufficiente a scagionare nell’immediato l’imputato: nonostante l’esame avesse decretato a tutti gli effetti la sua innocenza, per la giustizia Howard avrebbe ancora potuto essere l’assassino. La condanna era stata confermata più volte, ma davanti al giudice è sempre stato possibile appellarsi ad un qualche cavillo che suscitasse dei dubbi nell’accusa. L’uomo ha quindi aspettato per 26 anni, ma alla fine è riuscito a riconquistare la sua libertà.

Articolo Precedente“Vietato l’ingresso alle persone vaccinate di recente”: la scritta in un negozio di Milano
Prossimo ArticoloArrestato il medico del Pascale accusato di lucrare sui malati di cancro: avrebbe inquinato le prove
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.