Como. Un nuovo focolaio di coronavirus è stato individuato a Como, dove nove ragazzi di età tra i 18 e i 21 anni sono risultati positivi. Erano appena rientrati da una vacanza in Croazia. Dovranno ora rimanere in isolamento con le loro famiglie, mentre l’Ats verifica i contatti. Nelle ultime 24 ore sono 43 i nuovi contagi rilevati in Lombardia.

Nove ragazzi di età tra i 18 e i 21 anni sono risultati positivi al coronavirus a Como. Erano appena rientrati da una vacanza in Croazia. Lo ha reso noto Regione Lombardia comunicando il bollettino di, lunedì 17 agosto. Dei dieci nuovi casi rilevati in provincia di Como, nove sono quindi ragazzi molti giovani, che ora dovranno restare in quarantena insieme ai loro familiari e contatti più stretti.

Il bollettino coronavirus di ieri in Lombardia
I nuovi casi di Coronavirus rilevati in Lombardia nelle ultime 24 ore sono 43 (uno a seguito di test sierologici e sei debolmente positivi) su 4.172 tamponi effettuati. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 14, uno in più di ieri, mentre resta invariato il numero dei pazienti ricoverati negli ospedali con sintomi lievi, in totale 147. Non sono stati registrati nuovi morti.

Obbligo di tampone per chi rientra dai paesi a rischio: caos e code
Per arginare il rischio di diffusione del virus trasmesso da turisti di rientro dai paesi a rischio, il ministero della Salute ha introdotto l’obbligo di tampone e isolamento per tutti coloro che tornato da Spagna, Croazia, Malta e Grecia, oltre che da diverse destinazioni dell’Europa orientale. Il provvedimento ha provocato code e disagi per i viaggiatori appena tornati, che stanno avendo difficoltà a ottenere il tampone, come ha denunciato a Fanpage.it un ragazzo appena tornato da Mykonos.