“Come sei carina”: lei prova a scappare e lui la massacra di botte in un supermercato, ricercato

0
“Come sei carina”: lei prova a scappare e lui la massacra di botte in un supermercato, ricercato.

“Come sei carina”: lei prova a scappare e lui la massacra di botte in un supermercato, ricercato. Domenica scorsa in un Carrefour di Gallarate (Varese), una donna di 35 anni è stata aggredita con calci e pugni. L’uomo l’ha avvicinata tra gli scaffali di un supermercato e ha iniziato a farle delle avances: spaventata dalla sua insistenza, la 35enne si è diretta verso le casse automatiche e ha chiesto aiuto ai dipendenti. Lo sconosciuto l’ha raggiunta e ha iniziato a picchiarla per poi, dopo averla lasciata a terra priva di sensi, scappare.

L’ha picchiata in un supermercato, dopo averle fatto delle avances, e poi è scappato lasciandola a terra priva di sensi: è successo domenica 22 agosto a Gallarate, comune in provincia di Varese. Vittima della vicenda è una donna di 35 anni che ha riportato una mascella rotta, una frattura del setto nasale e un occhio nero. Sul caso sta indagando la polizia di stato che sta cercando di risalire all’identità dell’uomo.

La donna lasciata a terra priva di sensi

L’aggressione si è verificata all’interno del Carrefour di viale Milano: lo sconosciuto si è avvicinato a Nicoleta Aurelia e, dopo aver esordito con un “Come sei carina”, ha iniziato a rivolgerle dei pesanti apprezzamenti. Spaventata dalla sua insistenza, si è allontanata e ha raggiunto le casse per chiedere aiuto ai dipendenti. L’uomo l’ha però raggiunta e ha iniziato a colpirla con pugni e calci. Aurelia è caduta a terra priva di sensi e il responsabile è scappato via. Nessuno è riuscito a fermarlo.

Al vaglio le immagini delle telecamere

I clienti hanno chiamato il 118 e gli operatori, dopo averle fornito le prime cure sul posto, l’hanno trasportata in ospedale. Le forze dell’ordine stanno cercando di ricostruire la dinamica della vicenda. In particolare stanno analizzando le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate nel punto vendita. La vittima è difesa dall’avvocato Pietro Romano che, stando a quanto riportato dal giornale “VareseNews”, non esclude una possibile azione legale contro il supermercato: “Un esercizio commerciale è tenuto a garantire la sicurezza dei propri clienti e qui si profila una culpa in vigilando. La mia assistita – racconta – ha chiesto aiuto alle cassiere, queste hanno chiamato gli addetti alla sicurezza, ma nessuno è intervenuto.

La solidarietà di Carrefour Italia

Carrefour Italia, in una nota stampa, ha espresso la sua massima solidarietà e vicinanza alla vittima dell’aggressione: “La salute e la sicurezza dei clienti e dei dipendenti sono fondamentali per Carrefour Italia. L’azienda conferma che, nonostante la dinamica molto rapida in cui si è verificata l’aggressione, gli addetti alla sicurezza sono intervenuti il più tempestivamente possibile, soccorrendo la vittima e richiedendo immediatamente l’intervento di un’ambulanza”. L’azienda ha fatto inoltre sapere che sta collaborando con le forze dell’ordine per aiutare a identificare l’aggressore.

Articolo Precedente“C’è un uomo raccapricciante, ci spaventa”, coppia trovata morta in campeggio poche ore dopo
Prossimo ArticoloCagliari, lasciano il bimbo di 12 mesi in auto e vanno a fare la spesa: denunciati turisti francesi
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.