Clochard pestato dal branco, muore qualche giorno dopo. La Procura indaga su 5 ragazzini

0
Clochard pestato dal branco, muore qualche giorno dopo.

Clochard pestato dal branco, muore qualche giorno dopo. La Procura indaga su 5 ragazzini. Arzachena, un senzatetto di 54 anni di origini marocchine è morto il 23 dicembre scorso per arresto cardiaco. Nonostante lo stato di salute da tempo precario, gli inquirenti sono impegnati nelle indagini su un gruppo di minorenni che avrebbe pestato, secondo evidenze video, il senzatetto pochi giorni prima del suo decesso.

Aveva 54 anni e per tutti era Filippo, nonostante il suo nome fosse di origine marocchina. Viveva ad Arzachena, comune sardo, dove aveva deciso di continuare a dormire in strada nonostante Caritas e Comune gli avessero trovato un alloggio. Il senzatetto era conosciuto da tutti in zona ed era malato da tempo. Lo scorso 23 dicembre, l’uomo è deceduto a causa di un blocco cardiaco.

Tuttavia, è stata aperta un’inchiesta sulla morte del senzatetto che secondo gli inquirenti sarebbe sospetta. In un video riportato da L’Unione Sarda, si vedrebbero dei ragazzini, alcuni minorenni, che avrebbero malmenato il clochard nei giorni precedenti alla sua morte. Gli investigatori, quindi, cercano di capire se ci sia un nesso tra l’avvenimento, ripreso con un cellulare, e il decesso. Si mantiene però il massimo riserbo sui dati dell’indagine avviata. Inizialmente la salma dell’uomo avrebbe dovuto restare nel Paese d’origine dove era stata sepolta, ma ora la procura di Tempio ne ha ordinato la riesumazione per portare avanti i rilievi del caso.

Il pestaggio ai danni del clochard
A distanza di quasi un mese e mezzo dal decesso del 54enne, sarebbero stati indagati per lesioni dalla Procura di Tempio cinque ragazzi: di questi, quattro sarebbero minorenni. Le prove del pestaggio sarebbero state trovate nei cellulari dei giovani indagati e adesso sarebbero al vaglio degli inquirenti per accertare le cause della morte del senzatetto di origini marocchine, che da tempo aveva scelto di vivere in Sardegna e aveva continuato a trascorrere il suo tempo in strada nonostante il Comune e la Caritas gli avessero concesso un alloggio per allontanarlo dalla strada, visto lo stato di salute da tempo precario del 54enne. Nonostante la malattia, l’arresto cardiaco per cause naturali è una pista che non convince gli inquirenti alla luce dei video ritrovati che testimoniano un pestaggio.

Articolo PrecedenteBimbo ucciso di botte a Castel Volturno, la madre non regge al dolore: ricoverata
Prossimo ArticoloOmicidio Sonia Di Maggio, Salvatore Carfora avrebbe confessato: “Sono stato io”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.