Clima:prove di tenuta riscaldamento mare

0
I sommozzatori dei carabinieri di Genova hanno trovato alcune grandi colonie di coralli gialli,neri e rossi a oltre cento metri di profondità nel mare dell'isola di Bergeggi, davanti a Savona, 10 ottobre 2012. ANSA/UFFICIO STAMPA CARABINIERI +++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY +++

Team ricercatori sardi testa resistenza posidonia e coralli

Il clima cambia. E anche i mari diventeranno sempre più caldi. Che cosa succederà alle praterie di posidonia o ai coralli fra ottanta anni? E, soprattutto, la vegetazione subacquea saprà resistere allo sbalzo di temperatura? Sono alcune delle domande a cui dovrà rispondere il progetto Mahres (Marine habitats restoration in a climate change-impaired Mediterranean sea), uno studio che coinvolge gli atenei di Cagliari, Sassari e Palermo e il Cnr, finanziato con 800mila euro dal Miur e dal parternariato, e che prevede proprio una simulazione del riscaldamento del mare nel 2100.

“Mahres nasce dalla consapevolezza che gli impatti del cambiamento climatico sono sinergicamente esacerbati dall’uso umano della natura – spiega Antonio Pusceddu, coordinamento del team e ordinario di Ecologia-Disva, dipartimento Scienze della vita e dell’ambiente dell’ateneo di Cagliari – Si rende così necessario identificare soluzioni per contrastare o adattarsi al cambiamento climatico in diversi contesti di disturbo umano”.

Il progetto cercherà di dare delle risposte e di fornire indicazioni per le contromisure. La ricerca partirà a breve e avrà durata triennale per concludersi nel 2022. Con gli studiosi del Disva guidati dal professor Pusceddu (il ricercatore Alessandro Cau e il borsista di ricerca, Davide Moccia) operano i team di Giulia Ceccherelli (Università di Sassari), Gianluca Sarà (Università di Palermo) e Simone Mirto (Cnr, Palermo).

Attraverso analisi sistematiche, esperimenti in campo e in laboratorio e con l’uso di modelli, il progetto indagherà sulla validità del ripristino di alcuni habitat mediterranei. Ad esempio, praterie di posidonia oceanica e bio-concrezioni coralligene, in condizioni che simuleranno il riscaldamento del mare previsto entro il 2100 e le conseguenze associate.

“L’obiettivo finale – sottolinea Pusceddu – è quello di identificare nuove informazioni sull’efficacia delle pratiche di restauro ecologico da impiegare per favorire la resilienza degli ecosistemi marini al cambiamento climatico”. Mahres è l’unico progetto ministeriale, finanziato nei Prin 2017, che attualmente vanta il coordinamento nazionale affidato agli specialisti dell’ateneo di Cagliari. A seguire potrebbero esserci anche altri staff.

Articolo PrecedenteRapina tabaccheria Villasor, un arresto
Prossimo ArticoloEX BUFFETTI. R.MUSSOLINI (LISTA CIVICA “CON GIORGIA”) E F.ROCCA (FDI): RAGGI FUGGE RESPONSABILITA’. TEMPO SCADUTO: INDISPENSABILI SGOMBERO E BONIFICA
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.