Claudia Alivernini, l’infermiera prima vaccinata in Italia minacciata di morte sui social dai no vax

0
Claudia Alivernini, l’infermiera prima vaccinata in Italia minacciata di morte sui social dai no vax.

Claudia Alivernini, l’infermiera prima vaccinata in Italia minacciata di morte sui social dai no vax. L’infermiera dello Spallanzani, prima vaccinata in Italia il 27 dicembre, è stata minacciata di morte dai no vax sui social. Una vera e propria pioggia di insulti su pagine istituzionali e gruppi Facebook, che hanno spinto Claudia Alivernini a cancellarsi dai social network per tutelare la propria incolumità.

Pioggia di insulti sui social e minacce di morte per Claudia Alivernini, l’infermiera dello Spallanzani prima a essersi sottoposta al vaccino anti-covid in Italia. “E ora vediamo quando muori”, le scrivono sul web. Le frasi sono comparse sui profili istituzionali che hanno diffuso la notizia della sua vaccinazione, sotto gli articoli di giornale, e su vari gruppi social. Una situazione che ha preoccupato molto la ragazza, che ha cancellato i suoi account social e sta valutando, secondo quanto riportato da Il Messaggero, una denuncia alla Polizia Postale. Non solo: oltre agli insulti dei no vax, fioccano i falsi profili creati a suo nome. Un vero e proprio attacco nei confronti della giovane infermiera, diventata simbolo in Italia del Vaccine Day.

Claudia Alivernini, la prima vaccinata: “L’ho fatto con grande responsabilità. Piccolo gesto ma fondamentale”

Alivernini: “Vaccine Day importante e decisivo”

Claudia Alivernini ha ricevuto la prima dose di vaccino contro il coronavirus il 27 dicembre, data simbolica in cui la campagna è partita in tutta Europa. “Con profondo orgoglio e grande senso di responsabilità che oggi ho fatto il vaccino: un piccolo gesto ma fondamentale per tutti noi – ha spiegato l’infermiera, parlando alla stampa – Sono qui come cittadina ma soprattutto come infermiera, a rappresentare tutti gli operatori sanitari che hanno scelto di credere nella scienza. Ho toccato con mano e visto con i miei occhi quanto sia difficile combattere questo virus, essendo stata in prima linea dall’inizio dell’emergenza”. “È stato doloroso assistere alle sconfitte che questo virus ha causato ma oggi c’è la consapevolezza che è un giorno importante e decisivo, la scienza e la medicina sono l’unico mezzo, insieme al senso civico di ognuno di noi, per vincere questa battaglia così dura”.

I primi vaccinati del 27 dicembre
Insieme a Claudia Alivernini sono state vaccinate anche le infettivologhe Alessandra Vergori e Alessandra D’Abramo, la biologa e virologa Maria Rosaria Capobianchi, e l’operatore socio sanitario Omar Altobelli. Dopo di loro si è proseguito con il personale medico sanitario delle Uscar, per un totale di 130 vaccinazioni allo Spallanzani. Un primo passo per uscire dalla pandemia da coronavirus che ha devastato e cambiato profondamente il mondo per come lo conosciamo. L’obiettivo della Regione Lazio è vaccinare la maggior parte dei cittadini entro la fine del 2021, in modo da avere la cosiddetta immunità di popolazione non solo per chi ha ricevuto la copertura, ma anche per gli altri.

Vaccine Day, Omar: “Aspettavo quella puntura da aprile”

La distribuzione delle dosi nel Lazio
Nella giornata di ieri sono stati somministrati altri 490 vaccini al personale sanitario del Lazio. Oggi, martedì 29 dicembre, le dosi saranno così distribuite: IFO (30 dosi), azienda ospedaliera San Camillo Forlanini (50 dosi), ospedale San Giovanni Addolorata (40 dosi), Asl di Frosinone (40 dosi), Asl di Latina (40 dosi), Asl Roma 4 (40 dosi), Asl Roma 5 (40 dosi), Asl Roma 6 (40 dosi), ARES 118 (15 dosi). In totale oggi verranno vaccinati 335 operatori sanitari e verranno completate le prime 955 dosi del V-Day destinate al Lazio.

La dottoressa Capobianchi che ha isolato il virus tra le prime vaccinate: “Una luce di speranza”

La campagna vaccinale nel Lazio
Secondo quanto dichiarato dal commissario Arcuri, già oggi dovrebbero arrivare le altre 44.850 dosi di vaccino anti-Covid previste per il Lazio. I primi a ricevere il vaccino saranno il personale sanitario e gli anziani ospiti delle Rsa, tra i più colpiti dalla pandemia da coronavirus con centinaia di morti solo nella nostra regione. Dopo le categorie più a rischio, si passerà poi al resto della popolazione, con l’obiettivo di arrivare a vaccinare quattro milioni di residenti entro la fine del 2021.

Articolo PrecedenteVaprio d’Adda, accoltella la compagna al collo e scappa col figlio di 18 mesi: la donna è gravissima
Prossimo ArticoloVariante Covid, a Londra non c’è più posto in ospedale: pazienti curati nelle ambulanze
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.