Cina, spedivano animali in scatoloni: 5.000 cani e gatti trovati morti in un deposito

0
Cina, spedivano animali in scatoloni.

Cina, spedivano animali in scatoloni. La triste scoperta in una struttura di Dongxing Logistics a Luohe, in Cina, dove migliaia di cuccioli di animali domestici sono stati trovati morti in scatoloni di carta o di metallo. Pronti per la spedizione, sono rimasti per una settimana senza cibo e acqua, immagazzinati come oggetti. “La stazione era ingombra di casse espresse con migliaia di animali che erano già morti, e l’intero posto puzza di corpi in decomposizione”, ha raccontato un’attivista che ha denunciato l’accaduto.

Spedivano animali chiusi in degli scatoloni: circa cinquemila cuccioli di cani, gatti, porcellini d’India e conigli sono stati ritrovati morti in un deposito in Cina. La triste scoperta in una struttura di Dongxing Logistics a Luohe, nella provincia di Henan, dove migliaia di cuccioli di animali domestici sono stati trovati morti in scatoloni di carta o di metallo. Pronti per la spedizione, sono rimasti per una settimana senza cibo e acqua, immagazzinati come oggetti. Solo un paio di centinaia di animali sono stati rinvenuti ancora in vita e sono stati portati immediatamente in cliniche veterinarie per ricevere le cure necessarie. Ma nella maggior parte degli scatoloni, migliaia di animali erano già in stato di decomposizione.

“La stazione era ingombra di casse espresse con migliaia di animali che erano già morti, e l’intero posto puzza di corpi in decomposizione. Era ovvio che morissero di soffocamento, disidratazione e fame”, ha detto la fondatrice di un gruppo di salvataggio degli animali a CBS News. La donna, dopo aver denunciato l’accaduto, ha descritto la scena come “un inferno vivente”. La tragedia sarebbe stata frutto di un errore di comunicazione nella catena di approvvigionamento di animali vivi in ​​Cina: “Una cattiva comunicazione all’interno della compagnia di navigazione e l’incoerenza nell’attuazione delle norme sulla navigazione hanno portato direttamente alla tragedia. Naturalmente, anche gli acquirenti e i venditori hanno la responsabilità”.

La società che ha spedito gli animali, pur confermando di aver consentito la spedizione di animali vivi in ​​scatole con buchi (vietata in Cina) ha detto alla stampa di non essere a conoscenza dell’incidente. La fondatrice del centro per animali ha anche sottolineato come, specialmente in tempi di pandemia, non si tratti semplicemente di violenza contro gli animali: c’è anche un pericolo di salute pubblica. “Data la pandemia COVID-19 che stiamo affrontando, è davvero terrificante che quegli animali vivi vengano trasportati in quel modo e che muoiano. Si dovrebbe scegliere l’adozione invece di acquistare e spedire animali illegali”, ha concluso l’attivista.

Articolo PrecedenteIncidente sull’A4, muore la titolare del Geena’s club: il figlio lo scopre mentre è in coda
Prossimo ArticoloNapoli, Luigi Caiafa 17enne ucciso dalla polizia durante rapina: la pistola che aveva era a salve
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.