Choc ad Acqui Terme. Violenza sessuale nei confronti della figlia minorenne della sua compagna. Almeno due episodi, avvenuti durante la relazione, che sono stati accertati con messaggini in chat tra i due e una serie di fotografie a sfondo sessuale. L’uomo, 62 anni, è stato arrestato ieri sera dai carabinieri ad Acqui Terme ed è in carcere.

Violenza sessuale nei confronti della figlia minorenne della sua compagna. Questa l’accusa alla quale è chiamato a difendersi un uomo di 62 anni arrestato ad Acqui Terme, in provincia di Alessandria. La vittima (oggi 15enne) si è confidata con gli insegnanti, che si sono poi rivolti ai carabinieri. Visto che la ragazzina gli veniva affidata in custodia, è scattato il fermo di indiziato di delitto nei confronti dell’uomo.

Almeno due gli episodi, avvenuti durante la relazione, che sono stati accertati con messaggini a forte sfondo sessuale in chat tra i due e una serie di fotografie hot. Interrogato, il 62enne ha confessato entrambi gli episodi in cui ci sarebbe stato un rapporto sessuale completo, sostenendo però in modo consensuale. La storia, risalente alla fine del 2019, sarebbe iniziata durante la relazione tra l’uomo e la madre della giovane, per poi concludersi una volta che quel rapporto era terminato. L’uomo è stato sottoposto a fermo e ora si trova in carcere ad Alessandria.