Cassa integrazione, la Regione: “Evase 14mila domande, ora l’Inps paghi”

0

Cassa integrazione. Le pratiche riguardano oltre 30mila lavoratori sardi

La Regione ha evaso oltre 14mila pratiche di cassa integrazione in deroga relative a oltre 30mila lavoratori sardi per un importo impegnato che si avvicina ai 55 milioni di euro.

Lo ha dichiarato in commissione Lavoro del Consiglio regionale l’assessore Alessandra Zedda, specificando che “sono arrivate 14.486 domande dalle aziende, 400 erano errate e hanno avuto bisogno di un’ulteriore istruttoria”.

Quanto all’erogazione degli indennizzi, la vicepresidente della Regione ha sottolineato che “ora spetta all’Inps pagare”.

“Tutte le imprese sarde sono state colpite dalle conseguenze della pandemia e per questo si sono rivolte alla Regione alla ricerca di sostegno finanziario. Noi abbiamo competenza diretta soltanto per la cig in deroga – ha spiegato – ma non è facile farlo comprendere all’esterno e differenziare le responsabilità che sono invece a capo di altre istituzioni come L’Inps e il ministero”.

Zedda ha poi toccato il tema dei progetti Lavoras, che riguardano tutti i Comuni della Sardegna e ha parlato della necessità di rimodulare il programma “Destinazione lavoro”, dei tirocini (“serve un orientamento del ministero del Lavoro”), oltre che della necessità di fornire un aiuto concreto alle 300 agenzie formative della Sardegna “per agevolare la ripresa”. Per quanto riguarda invece il microcredito “ci sono 158 nuove pratiche per un totale di 4 milioni di euro impegnati”, ha affermato l’esponente della Giunta Solinas.

Anche l’assessore della Cultura Andrea Biancareddu ha illustrato numeri importanti alla commissione: “Ci siamo impegnati in questi mesi per spendere al massimo le risorse del bilancio approvato a marzo scorso e siamo riusciti a impegnare per ora il 67 per cento dei fondi a nostra disposizione”.

Articolo PrecedentePensione minima a 1.000 euro, Regione Campania e Inps siglano l’accordo
Prossimo ArticoloCoronavirus, tamponi fatti in modo sbagliato: rischio di lesioni al cervello
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.