Caso Ziliani, un testimone: “Dopo la scomparsa di Laura la mamma di Mirto cercava affittuari”

0
Caso Ziliani, un testimone

Caso Ziliani, un testimone: “Dopo la scomparsa di Laura la mamma di Mirto cercava affittuari”. “Quest’estate dopo l’8 maggio, la madre di Mirto chiedeva qui in Paese se qualcuno fosse interessato a prendere in affitto degli appartamenti”: a parlare è un testimone che racconta i momenti successivi alla scomparsa di Laura Ziliani, la donna sparita l’8 maggio da Temù (Brescia) e per i quali si trovano in carcere due delle tre figlie, Silvia e Paola, e il fidanzato della maggiore, Mirto Milani.

“Quest’estate dopo l’8 maggio, la madre di Mirto chiedeva qui in Paese se qualcuno fosse interessato a prendere in affitto degli appartamenti. Immagino fossero quelli della signora. I Milani si davano da fare per far girare gli immobili della vittima”: è questa una delle testimonianze raccolte dalla trasmissione “Storie Italiane” in onda su Rai Due relativamente al caso di Laura Ziliani, la donna scomparsa l’8 maggio da Temù (Brescia) e per i quali si trovano in carcere due delle tre figlie, Silvia e Paola, e il fidanzato della maggiore, Mirto Milani.

La famiglia di Milani si trasferisce a casa della Ziliani
Fin dal momento della scomparsa, la famiglia Milani si è data da fare per gestire il patrimonio dei Zani-Ziliani. Nell’ordinanza di custodia cautelare, firmata dal giudice per le indagini preliminari Alessandra Sabatucci, emerge come Mirna Donadoni, madre di Mirto, si fosse trasferita con il marito a casa di Ziliani . Una volta arrivati a Temù hanno iniziato ad apportare migliorie, ristrutturazioni, riparare guasti e pulire gli appartamenti di proprietà della famiglia di Silvia e Paola. E sempre Donadoni ha trovato un legale disposto a occuparsi delle rendite della consuocera. Mamma e figlio avrebbero così iniziato a gestire liberamente il patrimonio della donna.

Il movente dell’omicidio
E sarebbe proprio questo il movente che avrebbe portato i tre a uccidere Laura: la donna era comproprietaria insieme alle figlie di diversi appartamenti. E le due avrebbero voluto essere uniche proprietarie di quei beni in modo da poterli gestire in totale libertà. Secondo l’accusa, il trio avrebbe narcotizzato la donna e poi l’avrebbe soffocata nel sonno. Avrebbero poi nascosto il cadavere per tre mesi e dato vita a una rete di bugie e depistaggi che potessero alimentare la tesi della fuga o dell’incidente in montagna.

 

Articolo PrecedenteManifestazione No Green Pass: assalto a sede Cgil, 12 arresti anche Fiore e Castellino di Forza Nuova
Prossimo ArticoloReggio Calabria, sposato da 3 giorni picchia la moglie per i costi del matrimonio: “Hai speso troppo”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.