Capodanno: regole per il veglione del 31 dicembre, ma c’è chi si organizza per aggirarle

0
Capodanno: regole per il veglione del 31 dicembre, ma c’è chi si organizza per aggirarle.

Capodanno: regole per il veglione del 31 dicembre, ma c’è chi si organizza per aggirarle. Capodanno si avvicina, ma la notte tra il 31 dicembre e il 1 gennaio saranno proibiti feste e veglioni. L’Italia sarà in zona rossa e il coprifuoco sarà in vigore dalle 22 alle 7 del mattino. Non si potranno ospitare più di due persone non conviventi a cena, che comunque dovranno salutare prima del blocco notturno. Ma c’è chi pensa a come aggirare le regole: dalle case in campagna, meno controllate, al boom degli appartamenti in affitto.

Mancano due giorni all’ultimo dell’anno, quando normalmente si organizzano feste che vanno avanti fino a tarda notte con gli amici, si va in piazza per i concerti o a ballare in discoteca. Ma il 2020 è stato l’anno del Covid e, anche per la notte di San Silvestro, le misure restrittive messe in campo dal Governo serviranno ad ostacolare ogni tipo di assembramento che potrebbe portare a nuovi contagi. Ma c’è chi già da tempo si sta organizzando, per trovare un modo di aggirare i divieti o sfruttare un escamotage per festeggiare ugualmente, come gli altri anni. Magari cercando di approfittare dei punti su cui il Governo non è stato chiaro, o dove non può imporsi, come sui controlli nelle abitazioni private. Inoltre la zona arancione durerà fino al 30 dicembre, quindi sarà possibile spostarsi liberamente dentro il proprio Comune fino al giorno prima dell’ultimo dell’anno.

Le regole per Capodanno: zona rossa e coprifuoco prolungato

A Capodanno le regole in vigore saranno quelle previste dal decreto Natale: il 31 dicembre scatterà la zona rossa in tutta Italia, che durerà fino al 3 gennaio, poi un breve ritorno in arancione il 4 e infine ancora rossa fino alla Befana. Nella notte tra il 31 e l’1 il coprifuoco notturno sarà allungato, inizierà alle 22 e finirà alle 7 del mattino. Negozi, bar e ristoranti saranno chiusi, ma soprattutto ci sarà il divieto di muoversi se non per comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità. C’è anche in questo caso la deroga per andare a trovare parenti o amici, massimo due persone non conviventi, esclusi minori di 14 anni. Si potrà cenare e festeggiare insieme, sempre evitando assembramenti, ma bisognerà tornare a casa entro le 22 per non violare il coprifuoco.

I furbetti che aggirano le regole: dagli spostamenti alle abitazioni private
A Capodanno, ancora più che a Natale, in diversi stanno cercando un modo per aggirare le regole. Un fattore da non sottovalutare è il fatto che, fino al 30 dicembre, l’Italia sarà in zona arancione, quindi sarà possibile spostarsi senza limiti dentro il proprio Comune per raggiungere, ad esempio, case in campagna più isolate e meno controllabili. Il Governo ha spiegato più volte che non può mandare le forze dell’ordine dentro le case dei cittadini, ma se ci fossero segnalazioni dovrebbero intervenire per controllare. Il Viminale promette un importante dispiegamento di forze per vigilare, minacciando pesanti sanzioni per chi cercherà di aggirare le misure restrittive. Ma alla fine ci si affida al buonsenso e alle chiamate dei vicini, ancora una volta, mentre a Roma le prenotazioni delle case in affitto per l’ultimo dell’anno schizzano alle stelle.

Articolo PrecedenteTragedia a Napoli, positiva al Covid non risponde ai parenti: la trovano morta in casa
Prossimo ArticoloRachele, “eroina” di Mattarella: si è lanciata sui binari per salvare uno sconosciuto dal treno
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.