Canale di Suez bloccato, migliaia di animali sulle navi rischiano di restare senza acqua né cibo

0
Canale di Suez bloccato, migliaia di animali sulle navi rischiano di restare senza acqua né cibo.

Canale di Suez bloccato, migliaia di animali sulle navi rischiano di restare senza acqua né cibo. Le operazioni di sblocco del canale di Suez probabilmente dureranno giorni prima che altre grandi navi possano attraversarlo. Molte del navi bloccate hanno a bordo capi di bestiame per questo molte associazioni animaliste temono che possano restare senza acqua né cibo a sufficienza con l’impossibilità di rifornirsi.

Sono appena partire le manovre per cercare di disincagliare la nave Ever Given che per giorni ha bloccando a navigazione del Canale di Suez dopo essersi messa di traverso incagliandosi tra le due sponde. Operazioni che probabilmente dureranno giorni prima che altre grandi navi possano attraversare il canale, come confermano gli stessi esperti chiamati sul posto per liberare la porta container. Il protrarsi dei giorni, però, fa crescere l’allarme per le tante navi bloccate lungo il canale  e al suo imbocco con a bordo migliaia di animali tra ovini e bovini. Secondo i dati di tracciamento marittimo, infatti, l’incidente della Ever Given ha coinvolto almeno una ventina di navi cargo con migliaia di capi di bestiame, quasi tutti in viaggio da nord verso sud.

Questa significa che gli animali a bordo rischiano di restare senza acqua né cibo a sufficienza visto che la navigazione sta durando molto più del previsto e i ritardi si accumuleranno ancora nei prossimi giorni e dopo lo sblocco definivo del canale di Suez. Il blocco infatti ha costretto allo stop di centinaia di imbarcazioni e le autorità locali ci metteranno giorni a smaltire il traffico che si è accumulato. Secondo un un portavoce del sito web di monitoraggio Marine Traffic, alcune navi di bestiame sono ancora in attesa di entrare nel canale, mentre tre, la Omega Star, l’Unimar e la Sea Star, sembrano tutte bloccate in vari punti del canale”. Secondo l’ONG Animals International, almeno 15 navi bestiame avevano caricato animali in Europa in direzione medio oriente senza prevedere scali per rifornimenti.

Al momento non ci sono preoccupazioni immediate per il benessere degli animali, ma il protrarsi dei giorni potrebbe comportare notevoli disagi perché l’ingorgo creato davanti la canale di Suez rende difficile anche eventuali rifornimenti di cibo e acqua per gli animali in altri porti della zona. “La mia più grande paura è che gli animali finiscano il cibo e l’acqua e rimangano bloccati sulle navi perché non possono essere scaricati da qualche altra parte per motivi di scartoffie” ha dichiarato al guardian Gerit Weidinger, coordinatore UE di Animals International, aggiungendo:” Rimanere bloccati a bordo per gli animali significa che c’è il rischio di fame, disidratazione, lesioni, accumulo di rifiuti in modo che non possano sdraiarsi, e l’equipaggio non può liberarsi dei corpi di animali morti nel canale di Suez. È fondamentalmente una bomba a orologeria a rischio biologico per gli animali, l’equipaggio e qualsiasi persona coinvolta”.

Articolo PrecedenteCome funzionerà la vaccinazione anti-Covid in farmacia
Prossimo Articolo“Dov’è mia figlia?”, ragazza scompare all’aeroporto ma nessuno denuncia: mistero sul volo Ryanair
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.