Cadavere trovato a Temù: l’autopsia conferma che è Laura Ziliani

0
Cadavere trovato a Temù: l’autopsia conferma che è Laura Ziliani.

Cadavere trovato a Temù: l’autopsia conferma che è Laura Ziliani. L’autopsia sul cadavere trovato nel torrente a Temù la scorsa domenica ha confermato che si tratta di Laura Ziliani, la ex vigilessa scomparsa l’8 maggio. Ai medici legali è bastato individuare la ciste sotto il piede destro per sciogliere anche gli ultimi dubbi. I parenti hanno riconosciuto anche un orecchino.

Ora non ci sono più dubbi. L’autopsia sul cadavere trovato a Temù la scorsa domenica ha confermato che il corpo è di Laura Ziliani, l’ex vigilessa scomparsa l’8 maggio. Ai medici legali è bastato individuare la ciste sotto il piede destro per sciogliere anche gli ultimi dubbi. Oltre a questo particolare, i parenti hanno riconosciuto anche l’orecchino appartenente proprio a Laura Ziliani. Dall’esame non emerge nessun segno di violenza, ma servirà un’analisi degli organi interni per valutare l’ipotesi avvelenamento.

Indagate per omicidio due delle tre figlie

Ora spetta agli inquirenti fare luce su quanto è accaduto: per il momento non si esclude nessuna pista. Procura e forze dell’ordine dovranno soprattutto chiarire perché il cadavere è stato trovato senza vestiti e con il capo rasato. Addosso non aveva alcun abito da montagna, ma probabilmente brandelli di quella che in origine era una vestaglia o un pigiama. Due indizi che allontanano però sempre di più la pista dell’incidente in montagna e del suicidio. Per ora gli unici iscritti nella lista degli indagati per omicidio sono due delle sue tre figlie della ex vigilessa. Con loro anche il fidanzato della maggiore: lui dovrà rispondere di concorso in omicidio e occultamento di cadavere. Le indagini sono ancora aperte: gli investigatori stanno seguendo il filone di indagini di dissidi famigliari che potrebbero essere legati all’abitazione di Temù trasformata poco tempo prima della scomparsa di Laura Ziliani in un bed and breakfast. Saranno gli ulteriori accertamenti sul corpo a svelare le cause della morte.

Cosa non torna per gli inquirenti

Le figlie hanno sempre raccontato che la madre era uscita per fare una passeggiata lo scorso 8 maggio senza più fare ritorno: loro stesse avevano lanciato l’allarme qualche ora dopo quando non l’hanno più rivista rientrare. Le indagini sulle due figlie erano scattate dopo che agli inquirenti erano sorti dei dubbi sulla versione raccontata dalle due ragazze: nel loro racconto c’erano delle incongruenze. Così la Procura ha voluto capirci meglio. Altro elemento che gli investigatori stanno tenendo conto è il telefono cellulare di Laura Ziliani trovato nascosto nel divano nella casa di Temù e il suo computer invece in un angolo della cantina nell’abitazione a Brescia. Tutti i dettagli che giorno dopo giorno gli inquirenti dovranno chiarire.

Articolo PrecedenteIn Siberia l’incendio più grande del mondo: vale tutti quelli del resto del pianeta messi assieme
Prossimo ArticoloPicchia la compagna tutti i giorni e la fa abortire a pugni, allontanato di casa dopo 13 anni
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.