Bolzano, maxi ricerca per trovare il corpo di Peter Neumair: Adige prosciugato e cani dalla Germania

0
Bolzano, maxi ricerca per trovare il corpo di Peter Neumair.

Bolzano, maxi ricerca per trovare il corpo di Peter Neumair. L’operazione prenderà il via dalle prime ore di sabato quando scenderanno in campo centinaia di uomini tra carabinieri, finanzieri e vigili del fuoco che potranno contare su due elicotteri delle forze dell’ordine, diversi droni, ecoscandagli ed ecoscanner ma anche cani molecolari specializzati nella ricerca di cadaveri in acqua arrivati dalla Germania.

Portata dell’Adige ridotta ulteriormente rispetto ai giorni scorsi, centinai di uomini impegnati tra le acque del fiume e le sponde, coadiuvati da droni e imbarcazioni e persino da cani specializzati in ricerche tra le acque fatti arrivare appositamente dalla Germania, è la nuova maxi operazione di ricerca  messa in campo dalle autorità per cercare di individuare e finalmente recuperare il corpo di Peter Neumair, l’uomo scomparso insieme alla moglie da Bolzano il 4 gennaio scorso e che si ipotizza vittima di un omicidio di cui è accusato il figlio Benno, ora in carcere.

Dighe chiuse sull’Adige e sommozzatori

L’operazione prenderà il via dalle prime ore di sabato quando scenderanno in campo centinaia di uomini tra carabinieri, finanzieri e vigili del fuoco per setacciare il fiume Adige, il cui livello verrà abbassato grazie alla chiusura di tutte le dighe della zona. È la stessa procedura che ha già portato esattamente una settimana fa al ritrovamento del cadavere della moglie di Peter, Laura Perselli e che ora si ritenta. Oltre alla chiusura delle dighe, disposta anche l’interruzione di tutti i lavori in corso sui greti dei fiumi in modo da massimizzare gli sforzi e aumentare la visibilità nelle acque. Il dispositivo di uomini e mezzi sarà imponente. Oltre ai militari e ai pompieri provenienti da diverse squadre del Trentino Alto Adige, ci saranno gruppi specializzati da fuori e tutti potranno contare su due elicotteri delle forze dell’ordine, diversi droni, ecoscandagli ed ecoscanner.

Per trovare il corpo di Peter Neumair cani dalla Germania
Fondamentale come sempre sarà il lavoro delle squadre di sommozzatori dei pompieri ma questa volta verranno utilizzati anche sette cani molecolari specializzati nella ricerca di cadaveri in acqua arrivati dalla Germania a seguito di contatti tra i carabinieri di Bolzano e la Bundespolizei. Contemporaneamente altre unità cinofile scandaglieranno invece entrambe le rive per tuto il tempo.  Uno sforzo dettato dal fatto che gli inquirenti son ormai sicuri che Benno abbia ucciso entrambi i genitori gettandoli poi nell’Adige. Nel fiume infatti è stato ritrovato il cadavere della donna ma anche un paio di scarponcini da montagna che quasi certamente appartenevano a Peter Neumair, se contare la traccia di sangue sul ponte Ischia-Frizzi da dove si ritiene che Benno si sia liberato dei cadaveri dei genitori

Articolo Precedente“Attenzione a varianti Covid, in Lombardia sono il 30% dei casi”: il monito di Letizia Moratti
Prossimo ArticoloI turisti del vaccino covid, tour operator offrono pacchetti ai super ricchi per saltare la fila
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.