Bimbo di 3 mesi muore dopo sei ore in ospedale: “Il medico ha tardato a somministrare la terapia”

0
Bimbo di 3 mesi muore dopo sei ore in ospedale

Bimbo di 3 mesi. I genitori del piccolo Lewys lo hanno portato di corso all’University Hospital of Wales di Cardiff dopo essersi accorti che al piccolo era salita la febbre. Ma i medici hanno ritardato troppo a somministrare al piccolo la giusta terapia. E alla fine il piccolo è morto.I dirigenti si sono scusati con la famiglia, distrutta dalla terribile perdita.

Un bambino di tre mesi è morto di sepsi dopo che i medici hanno ritardato il trattamento con antibiotici per sei ore. Come riporta il Sun, i genitori preoccupati Kirsty Link e Aidan Crawford hanno portato d’urgenza il loro bimbo, Lewys, all’University Hospital of Wales di Cardiff dopo essersi accorti che al piccolo era salita la febbre. Per ore il bimbo è rimasto in ospedale senza che nessuno si preoccupasse di somministrargli antibiotici, quando è arrivata la diagnosi gli hanno prescritto le medicine, ma era passato troppo tempo: Lewys aveva contratto una forme di meningite meningococcica ed era ad alto rischio di sviluppare sepsi. Il neonato si è aggravato minuto dopo minuto ed è stato portato in terapia intensiva dove poi è il suo cuore ha smesso di battere.

I fatti sono avvenuti lo scorso 21 marzo. L’inchiesta ha dimostrato che se si fosse agito con maggiore tempestività il bimbo avrebbe potuto sopravvivere: è stato stabilito che ci sono state “molteplici opportunità mancate” per la somministrazione di antibiotici.I dirigenti si sono scusati con la famiglia, distrutta dalla terribile perdita: “Spero che questo serva perché nessun’altra famiglia passi quello che stiamo vivendo noi”, ha detto la mamma di Lewys, come riporta il Sun. “Mi sono incolpata per sette o otto mesi pensando a cosa avrei potuto fare. Ma ora so di aver fatto tutto il possibile per lui al momento giusto” ha aggiunto la donna. “Era felice il mio Larry. Era sorridente e difficilmente lo sentivo brontolare. Ogni volta che oggi vedo una madre con un bambino, non riesco proprio a gestirlo…” ammette la donna.

 

Articolo PrecedenteUccise l’ex con un colpo di pistola in testa e simulò il suicidio: condannato a 30 anni
Prossimo ArticoloCoronavirus, bimbo dona un disegno ai carabinieri che controllano la zona rossa: “Grazie per tutto”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.