Bimbo di 19 mesi. Il piccolo era salito sull’autobus insieme alla madre per un breve tragitto ma avrebbe iniziato a piangere disperatamente. Dopo alcuni minuti, vistosamente infastidito dal lamento del bimbo , un altro passeggero si è avvicinato e ha sferrato al piccolo diversi pugni in testa prima di scendere e dileguarsi.

Assurdo quanto violento episodio nelle scorse ore a bordo di un autobus di linea in Gran Bretagna dove un bimbo di soli 19 mesi è stato preso a pugni da uno sconosciuto solo perché non smetteva di piangere. Il caso su un mezzo pubblico a Luton, del Bedfordshire, nel pomeriggio di mercoledì. Come ricostruito dalla polizia locale, il piccolo era salito sull’autobus insieme alla madre per un breve tragitto ma avrebbe iniziato a piangere disperatamente senza che il genitore potesse fare nulla per calmarlo. Dopo alcuni minuti, vistosamente infastidito dal lamento incessante del bimbo che si trovava nel passeggino, un altro passeggero si è avvicinato e, dopo avergli urlato contro, ha sferrato al piccolo diversi pugni in testa prima di scendere e dileguarsi.

Un gesto repentino e assolutamente inatteso che ha lasciato esterrefatti la mamma e gli altri passeggeri che non sono riusciti a fermare in tempo l’aggressore. Ai presenti non è rimasto altro da fare che chiamare la polizia per denunciare l’accaduto. Gli agenti hanno subito scatenato una caccia all’uomo acquisendo i video di sorveglianza delle telecamere a bordo del mezzo per identificare il responsabile del gesto. Le foto dell’aggressore sono state diffuse anche online nel tentativo di identificarlo. “Questo è un episodio davvero scioccante in cui un bambino è stato aggredito su un autobus in pieno giorno. Non tolleriamo questo tipo di comportamento nella nostra contea. Stiamo chiedendo a tutti se conoscono l’uomo ripreso dalle telecamere a circuito chiuso e nel caso lo riconoscano di farsi avanti perché crediamo che possa aiutarci nelle nostre indagini” ha spiegato la polizia.