Bimbi legati alle sedie in un asilo di Lettere: le maestre patteggiano 1 anno e 8 mesi

0
Bimbi legati alle sedie in un asilo di Lettere.

Bimbi legati alle sedie in un asilo di Lettere. Bambini legati col nastro adesivo alle sedie per farli “calmare”: è successo in un asilo di Lettere, nel Napoletano. Le maestre, dopo due anni di indagini, hanno scelto il patteggiamento e la condanna ad un anno e otto mesi a testa. Tutto è nato dopo che alcune madri, insospettitesi dai comportamenti strani dei figli, avevano presentato una denuncia.

Bambini legati alle sedie perché troppo irrequieti, la denuncia di due madri ed un procedimento giudiziario durato due anni e che si appresta a concludersi con il patteggiamento delle due maestre coinvolte. Una vicenda torbida quella che arriva da Lettere, nella provincia di Napoli a ridosso dei Monti Lattari, andata avanti tra interrogatori ed incidenti probatori che hanno visto come protagonisti bambini dell’asilo, e che sta per vedere la condanna delle due maestre coinvolte ad un anno e otto mesi, dopo la richiesta di patteggiamento accettata dal Tribunale di Torre Annunziata.

Secondo quanto emerso dalle indagini, i bambini dell’asilo più irrequieti venivano legati ad una sedia finché non si calmavano. La chiamavano la “sedia camomilla”. E qui venivano legati con nastro adesivo alle mani e rivolti verso la parete. Ma le madri si sono accorte che qualcosa non andasse quando i loro figli hanno iniziato ad avere disturbi del sonno e di incontinenza, ed hanno iniziato a chiedere ai propri figli cosa stesse succedendo. E quando hanno iniziato a capire cosa accadesse all’asilo, hanno sporto denuncia. Era il 2019 e dopo le indagini è scattata l’accusa per le due maestre di 63 e 61 anni di maltrattamenti aggravati. I bambini sono stati ascoltati anche poco prima della pandemia e del lockdown del marzo-aprile 2020, e il quadro probatorio ha portato a chiudere le indagini in tempi brevi. Le due maestre hanno scelto il patteggiamento, e sono in attesa della sentenza che sarà di un anno e otto mesi a testa. Si attende solo il deposito della stessa, e poi questa brutta pagina di cronaca sarà finita per vittime e colpevoli.

Articolo PrecedenteAggressione omofoba sul bus a Roma, ragazzi minacciati per un bacio: “Fate schifo, ora vi gonfio”
Prossimo ArticoloJOGA “ DI MR. ANDRE’ CRUZ & TIAGO DA SILVA – LA NUOVA HIT ESTIVA 2021
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.