Bimba di 4 anni positiva, genitori non rispettano la quarantena. La coppia si è comportata normalmente, senza rispettare le regole anti-contagio, dopo aver sottoposto la piccola ad un test sierologico (risultato negativo). La bimba, precedentemente risultata positiva dopo un controllo in ospedale a Cosenza legato ad un intervento, era totalmente asintomatica.

Avrebbe dovuto effettuare un intervento chirurgico all’ospedale Annunziata di Cosenza. Per questo una bimba di quattro anni, nei giorni scorsi prima del ricovero, è stata sottoposta, come vuole il protocollo anti contagio, al tampone per verificarne l’eventuale infezione da Covid 19. L’esame è risultato positivo. Per questo la piccola è stata mandata a casa invitando i genitori a rispettare la quarantena in attesa dei test su tutta la famiglia. Ma il padre e la madre, nel frattempo, hanno deciso di fare alla piccola un test sierologico pungidito che è risultato negativo e per questo si sono comportati come se nulla fosse. La piccola era totalmente asintomatica.

Intanto la task force dell’Asp di Cosenza è stata allertata prontamente dalla struttura sanitaria che aveva effettuato il tampone pre-ricovero. Si è quindi attivata per ricostruire la catena dei contatti avuti dalla giovane paziente e procedere ai tamponi rinofaringei. Ma quando i sanitari del dipartimento di prevenzione si sono presentati a casa per effettuarlo, si sono rifiutati di sottoporsi al prelievo, fino all’intervento delle forze dell’ordine per ripristinare la calma. L’intero nucleo familiare è adesso in isolamento in attesa dei risultati.