Bevono metanolo credendolo efficace contro il coronavirus, centinaia di morti e avvelenati in Iran

0
Bevono metanolo credendolo efficace contro il coronavirus

Bevono metanolo. Una vera e propria strage si sarebbe consumata in Iran con alcune centinaia di persone morte e un migliaio rimaste avvelenate dopo aver ingerito gradi quantità di alcolici al metanolo. A riportarlo sono alcuni media locali citati dal New york times. Del resto in alcune zone più remote nel Paese i finti rimedi per i problemi di salute sono molto diffusi e l’emergenza coronavirus ha creato situazioni limite.

L’ennesima bufala sulle misure anti-contagio contro il coronavirus circolata sui social avrebbe provocato una vera e propria strage in Iran con alcune centinaia di persone morte e un migliaio rimaste avvelenate dopo aver ingerito gradi quantità di alcolici al metanolo. A riportarlo sono alcuni media locali citati dal New york times. Un bilancio gravissimo che è andato vi via aumentando sempre di più dall’inizio della crisi sanitaria nel Paese mediorientale. Già dall’inizio di marzo infatti in Iran erano stati segnalati casi di avvelenamento e morti dovute al metanolo dopo che diverse persone hanno creduto a una bufala circolata sui social che indicava la sostanza come efficace contro la COVID-19.

La paura del virus, unita alla scarsa istruzione e alle voci su Internet avrebbe spinto molti cittadini iraniani a credere che il metanolo possa essere usato per disinfettare gli organi interni e proteggerli quindi contro il coronavirus. Il risultato però è esattamente opposto con organi interni compromessi che possono portare a danni permanenti e morte. Nel Paese mediorientale l’alcol è vietato per legge ma sono moltissimi che se lo procurano al mercato nero dove i prodotti sono artigianali e di scarsa qualità e aggiunta di metanolo. Anche prima dello scoppio della pandemia, l’avvelenamento da metanolo purtroppo era diffuso nel Paese. Secondo uno studio solo tra settembre e ottobre 2018 circa 800 persone sarebbero rimaste avvelenate.

Il problema si è inasprito quando qualcuno ha iniziato a usare prodotti a base di metanolo come disinfettante esterno. Da qui il passo successivo del disinfettante interno è stato breve. Del resto in alcune zone più remote nel Paese i finti rimedi per i problemi di salute sono molto diffusi e  l’emergenza coronavirus e le minimizzazioni del governo non hanno fatto che inasprire la situazione. L’Iran ad oggi conta 30mila casi di coronavirus e oltre 2200 morti ma per molti sarebbero dati sottostimati visto che il governo sta cercando di bloccare qualsiasi notizia verso l’esterno.

 

Articolo PrecedenteCoronavirus, la lettera degli infermieri romani a Conte: “Non siamo eroi tenetevi i vostri 100 euro”
Prossimo ArticoloCoronavirus: 73 nuovi contagi a Casa Serena
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.