Bevono disinfettante. Secondo le autorità sanitarie statunitensi, le chiamate ai centri antiveleni sui disinfettanti sono aumentate del 20%. Gli ultimi casi in Georgia dove due uomini statunitensi sono finiti direttamente in ospedale con gravi sintomi da intossicazione dopo aver bevuto disinfettanti e candeggina come antidoto al coronavirus.

Convinti di difendersi dal coronavirus e in mancanza di altri rimedi efficaci, hanno ingerito disinfettanti comprati in negozio ma adatti solo per le pulizie. Così due uomini statunitensi sono finiti direttamente in ospedale con gravi sintomi da intossicazione riuscendo fortunatamente a salvarsi grazie all’intervento tempestivo dei medici. A raccontare i due diversi episodi è stato il direttore del centro antiveleni dello Stato della Georgia, Gaylord Lopez, mettendo in guardia tutti i cittadini da simili comportamenti, assolutamente inutili contro il Covid-19 ma potenzialmente letali. Entrambi i protagonisti del gesto dovrebbero rimettersi in salute ma le loro azioni confermano l’allarme già lanciato nei giorni scorsi in Usa dove decine di persone hanno deciso di usare disinfettanti dopo aver ascoltato le parole del presidente Donald  Trump sulla possibilità di testare iniezioni di disinfettanti e di candeggina per sconfiggere il coronavirus.

Le parole di Trump su coronavirus e disinfettanti
Come ha spiegato lo stesso Lopez all’Atlanta Journal-Constitution, uno dei due uomini, di circa 50 anni, sabato ha bevuto della candeggina. È stato curato in ospedale e poi dimesso. Domenica, un secondo uomo di 30 anni è stato dimesso dopo aver ingerito una miscela di Pine-Sol, antidolorifici e altri liquidi. Entrambi hanno storie di problemi di salute mentale e anche se non è chiaro se abbiano ingerito i prodotti a causa delle affermazioni del presidente, sul loro stato psicologico sicuramente hanno influito le voci su questi rimedi  dannosi.

Chiamate ai centri antiveleni aumentate del 20%
Del resto, secondo le stesse autorità sanitarie statunitensi, le chiamate ai centri antiveleni sui disinfettanti sono aumentate del 20% nei primi tre mesi di quest’anno.  Numeri che hanno spinto la stessa Casa Bianca e la task force a chiarire che Trump si riferiva  a uno studio che aveva l’obiettivo di  individuare rimedi per spazzare via il virus dalle superfici attraverso i disinfettanti ma non nel corpo umano.