Bengalese decapitato, confessa il fermato: “Gli ho tagliato la testa, sconvolto da tutto il sangue che ho visto”

0
Bengalese decapitato, confessa il fermato.

Bengalese decapitato, confessa il fermato. Mohamed Ibrahim, venticinquenne del Bangladesh, è stato ucciso nel suo appartamento in uno stabile di corso Francia, a Torino. Alla base del folle gesto potrebbe esserci il mancato matrimonio della vittima con un parente dell’omicida. L’ammissione dell’assassino, coetaneo e connazionale del ragazzo ucciso: “Ora non voglio dire nulla, ho mal di testa”.

“Sono ancora sconvolto da tutto il sangue che ho visto quando gli ho tagliato la testa”. Suona come una confessione l’affermazione che il giovane originario del Bangladesh, arrestato nel corso delle indagini per l’omicidio del connazionale e coetaneo, Mohammad Ibrahim, 25 anni, in Corso Francia a Torino, ha fatto nel corso del lungo interrogatorio reso Ai pubblici Ministeri Valentina Sellaroli e Marco Sanini. Il giovane, fermato alla stazione di Porta Nuova questa mattina, in un primo tempo non voleva rendere dichiarazioni, ma successivamente ha rilasciato una sorta di ammissione indiretta. Il presunto killer e la vittima erano arrivati insieme in Italia nel 2014 dopo essere passati attraverso la Libia. Per un lungo periodo hanno vissuto insieme nell’ alloggio dove è avvenuto l’omicidio, poi il giovane fermato ha trovato lavoro come aiuto cuoco in un ristorante di Rosta e si è trasferito a Poirino. Mohamed invece è rimasto in città e lavorava come lavapiatti in una pizzeria di Collegno.

Il movente del terribile omicidio
Sul movente non ha dato, ancora, spiegazioni: “Non voglio dire nulla, ho mal di testa. Sono ancora sconvolto”. Come riporta La Stampa, la prima ipotesi è che possa esserci un matrimonio combinato, forse con una parente dell’omicida, e saltato all’ultimo dietro all’omicidio del bengalese. E non è escluso anche un debito di denaro, che avrebbe scatenato la vendetta. Tuttavia stando a quanto trapelato Mohamed non aveva nessun precedente noto, nessun problema economico. Stando alla ricostruzione della polizia scientifica, la vittima sarebbe stata prima tramortita, quindi l’assassino gli avrebbe tagliato la testa  con un grosso coltello da macellaio. L’accanimento sul corpo, ipotizzano gli investigatori, starebbe a simboleggiare il massimo disprezzo nei suoi confronti.

 

 

Articolo PrecedenteCONTHIENE FESTIVAL 2021
Prossimo ArticoloUcciso dai ladri in casa a Piossasco, avevano minacciato la moglie: “Mi hanno detto vattene e zitta”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.