Bari, Una donna di 40 anni e il figlio sedicenne sono stati trovati senza vita questa mattina nella casa dove vivevano, al civico 391 di via Dante, al quartiere Libertà di Bari. Stando a quanto rivelato dai soccorritori a causare il decesso dei due potrebbero essere state le esalazioni di gas da una vecchia stufa.

Una donna di 40 anni e il figlio sedicenne sono stati trovati morti questa mattina nella casa dove vivevano, al civico 391 di via Dante, al quartiere Libertà di Bari. L’intera zona, tra via Ravanas e via Fieramosca, è stata chiusa al traffico per permettere l’intervento dei sanitari e delle Forze dell’Ordine. Sul posto è attesa la polizia Scientifica per i  rilievi del caso.

Stando alle prime informazioni diffuse dai soccorritori, la causa del decesso sarebbe da attribuire alle esalazioni di una stufa. Al momento di entrare nell’appartamento, l’equipaggio del 118 si è bardato con tutti i dispositivi di protezione individuale, una precauzione indispensabile in questi casi, anche in considerazione della pandemia di coronavirus in atto.