Ascoli Piceno: il papà picchia la mamma, la figlia minore si chiude in bagno e chiama il 112

0

È accaduto ad Ascoli Piceno, dove i Carabinieri del Comando Provinciale sono intervenuti in un appartamento in città in seguito alla richiesta d’aiuto giunta da una minorenne. Minore che appunto aveva chiamato il 112 per segnalare un episodio di violenza nei confronti di sua madre. Fermato un 41enne ascolano già noto alle forze dell’ordine.

Un uomo che picchia la compagna nonostante la presenza in casa della figlia minore e lei che, anche se terrorizzata, prende il telefono e chiede aiuto ai Carabinieri. È quanto accaduto ad Ascoli Piceno, dove i Carabinieri del Comando Provinciale sono intervenuti in piena notte in un appartamento in città in seguito alla richiesta d’aiuto giunta da parte di una minorenne. Minore che appunto aveva chiamato i Carabinieri per segnalare un episodio di violenza nei confronti di sua madre.

Arrestato un uomo di 41 anni già noto alle forze dell’ordine – In casa ad Ascoli Piceno, i militari della locale Compagnia hanno trovato e bloccato un quarantunenne ascolano, già noto alle forze dell’ordine, che stava picchiando la moglie alla presenza della figlia minore. La piccola, secondo quanto ricostruiscono le cronache locali, è riuscita a chiudersi in bagno e chiedere aiuto al 112. L’immediato e provvidenziale intervento dei militari ha evitato probabilmente che il fatto potesse degenerare ulteriormente.

La mamma della bambina ricoverata con 40 giorni di prognosi – Dopo l’intervento dei Carabinieri la donna è stata soccorsa dal 118 e trasportata al nosocomio ascolano dove ha ricevuto una prognosi di quaranta giorni per lesioni varie. Per l’uomo, non nuovo a episodi di violenza domestica, è invece scattato l’arresto immediato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. L’uomo è stato portato nel carcere di Marino del Tronto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Articolo PrecedenteParma, arrestato 37enne: ha violentato una bambina di 8 anni nel bagno di un negozio
Prossimo ArticoloLala, ragazza bresciana di 26 anni, uccisa in casa a Manchester
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.