Apple Video potrebbe costare meno di Netflix. Ecco le ultime indiscrezioni sul servizio

0

A Cupertino, in Apple, sarebbero pronti ad investire fortemente sui video, dai film alle serie TV, con la volontà anche di proporre un’alternativa a Netflix soprattutto per un prezzo più vantaggioso. Ecco i dettagli.

Apple vuole contrastare l’ascesa di Netflix e Amazon Prime. Per farlo è pronta ad investire corposamente nella realizzazione di serie TV, film o anche documentari da contrapporre alle altre piattaforme di streaming video. Le indiscrezioni ultime parlano della volontà da parte dell’azienda di Cupertino di proporre un abbonamento ad un prezzo inferiore rispetto alla concorrenza o addirittura completamente gratuito.

Apple Video potrebbe divenire il nuovo Apple Music ma dei film, cartoni, serie TV o altro. Una piattaforma con contenuti di alta qualità proposti ad un prezzo quanto mai vantaggioso per gli utenti che decideranno di abbonarsi o di sottoscriverlo. Le indiscrezioni sembrerebbero forti e sempre più importanti soprattutto perché provenienti da alcuni manager e dirigenti di Hollywood che sono venuti a conoscenza delle volontà di Tim Cook e della propria azienda.

Apple Video è reale e la divisione creata dall’azienda di Cupertino ha riunito grossi nomi tra veterani di Sony a quelli di Netflix stessa o anche della 21 Century Fox tutti pronti a realizzare qualcosa di importante rispetto agli altri. In molti scommettono sull’arrivo di un servizio in abbonamento capace di proporre piani di sottoscrizione davvero economici e addirittura meno esosi rispetto a quelli che Netflix al momento propone negli stati in cui è possibile osservarla.

Interessante anche la supposizione da parte di altri tale per cui Apple Video potrebbe essere inserita direttamente con la Apple TV e dunque gli utenti potrebbero ottenere il vantaggio dell’acquisto del device con l’aggiunta appunto dei servizi di Apple Video gratuitamente. Un po’ come oggi avviene per Amazon Prime Video dove il colosso dell’e-commerce propone ai suoi abbonati un certo quantitativo di serie TV o di film inclusi direttamente nell’abbonamento di Amazon Prime annuale.

190618Applevideo

Tutto chiaramente sotto ipotesi con alternative che potrebbero comunque risultare tutte interessanti e strategiche per Apple. Il mercato dello streaming video abbiamo visto è sempre più utilizzato dagli utenti che hanno ormai abbandonato i classici DVD o Blu Ray e ormai si dilettano a guardare serie TV originali piuttosto che film o altri contenuti. Il bacino di utenza di Apple potrebbe giovarsi di questo e se i contenuti fossero davvero ben fatti, Apple, potrebbe dare realmente fastidio a Netflix o Amazon Prime.

 

Articolo PrecedenteAnche il bidet ora è connesso e lo comandi con la voce
Prossimo Articoloil 27 luglio ci sarà l’eclissi più lunga del secolo. Ecco tutto ciò che c’è da sapere
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.