Alessio Vinci morto sotto una gru, la testimonianza: “Mi parlò di una vincita di 300mila euro”

0

Una vincita di 300mila euro e un misterioso appuntamento sono i retroscena della strana morte di Alessio Vinci, l’universitario trovato morto ai piedi di una gru in un cantiere a Parigi. La sua morte, archiviata come suicidio, presenta troppi aspetti oscuri, a partire dal quel messaggio criptico marchiato a fuoco sul legno da Alessio, che suona come un grido da aiuto: ETP.

Un importante retroscena è emerso sulla morte di Alessio Vinci, l’universitario trovato morto a Parigi il 18 gennaio ai piedi di una Gru alta circa 50 metri. Proprio dopo che la Polizia francese ha archiviato il caso come suicidio è spuntata la notizia di un’ingente vincita – 300mila euro – di cui il ragazzo si sarebbe vantato con alcuni clienti di un locale a Torino, mentre ai colleghi di Università, dove frequentava il primo anno di Ingegneria Aerospaziale al Politecnico, di Torino, avrebbe parlato di un appuntamento a Parigi. Della vincita, di cui ha dato notizia Chi l’ha visto?, tuttavia, non ci sarebbero evidenze nei conti del ragazzo.

I fatti risalgono a quasi due mesi fa, quando Alessio lascia Torino a bordo di un treno diretto nella capitale francese. Arrivato in città prende la metro per l’hotel, prenotato last minute,Le Meridien Etoile dove alloggia nel quartiere del Port Maillot. A casa, dove ad aspettarlo c’è il nonno con cui vive da sempre, non ha fatto parola di quel viaggio, circostanza, questa, letta dagli inquirenti come indicatore di un piano suicida. La sera del suo arrivo la passa nella sua stanza d’albergo, da dove esce solo per fumare. L’indomani, alle 7 e 30 del mattino, viene trovato morto ai piedi dell’hotel. Quella notte ha lasciato due messaggi: uno per un’amica di famiglia, alla quale chiede di dire al nonno, che per lui è “il miglior genitore che avrebbe potuto avere” che “questa volta non tornerà più” e l’altro, invece, lo lascia in stanza, su un foglio scritto in francese:

Non vi dirò perché ho fatto quello che ho fatto, ma potrete pensare che sono solo una persona troppo stanca per continuare. Non mi arrabbierò se mi ricorderete come un giovane pazzo, me ne frego di quello che penserà la gente. Vi chiedo soltanto una cosa e io so che qualcuno lo farà. Fate vedere a tutti questo messaggio

Accanto alla lettera, sullo sfondo come sfondo del desktop, si legge il messaggio “E.T.P. je sais CAM 381ASLCM”, al quale evidentemente si riferisce. Le lettere ETP sono marchiate a fuoco con l’accendino sul fondo della sua scrivania.

Articolo Precedente“Ho lo stomaco che brucia”, pensano sia gastroenterite ma è l’appendicite: muore a 5 anni
Prossimo ArticoloOlio di cannabis contro il cancro al polmone: “Risultati sorprendenti, tumore dimezzato”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.