Alessio Madeddu, aggravante crudeltà per Brancasi: “Ha picchiato lo chef a sangue dopo l’omicidio”

0
Alessio Madeddu, aggravante crudeltà per Brancasi

Alessio Madeddu, aggravante crudeltà per Brancasi: “Ha picchiato lo chef a sangue dopo l’omicidio”. Per l’omicidio dello chef Alessio Madeddu si contesta al killer reo confesso Angelo Brancasi l’aggravante di crudeltà. L’uomo avrebbe infatti pestato a sangue lo chef 52enne dopo averlo ucciso a colpi di accetta. Non è invece contestata la premeditazione. I funerali dell’ex concorrente di “Quattro ristoranti” si sono tenuti oggi 1 novembre.

Il fermo di Angelo Brancasi, il panettiere di 43 anni reo confesso per l’omicidio dello chef Alessio Madeddu, è stato convalidato. L’omicida ha raccontato agli inquirenti di essere andato da Madeddu, ex concorrente dello show televisivo “Quattro ristoranti” di Alessandro Borghese e chef del ristorante “Sabor’e Mari” per un confronto dopo aver scoperto la relazione extraconiugale che intratteneva con sua moglie. Secondo gli inquirenti, oltre all’accusa di omicidio, Brancasi potrebbe rispondere anche dell’aggravante di crudeltà a causa di diversi colpi alla testa inferti con un bastone o una pietra dopo l’omicidio. Non viene contestata al momento la premeditazione.

Brancasi si sarebbe recato al locale nella serata di mercoledì deciso a interfacciarsi con lo chef per discutere della relazione che aveva intrapreso con la sua compagna che da poco tempo lavorava presso il ristorante di Brancasi. Una volta arrivato nei pressi di Sabor’ e Mari ha aggredito lo chef 52enne, uccidendolo a colpi di accetta. Dopo l’omicidio ha colpito ripetutamente il cadavere, sfondandogli il cranio. Gli specialisti del Ris dei carabinieri stanno lavorando sugli elementi recuperati durante il sopralluogo al ristorante. Tra questi anche l’accetta trovata a pochi metri dal cadavere dello chef. La Procura di Cagliari ieri ha dato il nulla osta per i funerali di Madeddu che si sono tenuti nel pomeriggio di oggi 1 novembre nella parrocchia della Madonna del Carmine a Teulada.

Madeddu era conosciuto non solo per le apparizioni televisive, ma anche per le sue vicissitudini giudiziarie. Il 52enne era stato condannato a 6 anni e 8 mesi nel mese di marzo per tentato omicidio. Lo chef aveva infatti aggredito nel novembre del 2020 una pattuglia di carabinieri utilizzando una ruspa. I militari lo avevano fermato per chiedergli di sottoporsi all’alcol test. La patente gli era stata ritirata e Madeddu aveva reagito con estrema violenza, recuperando la ruspa per poi tornare sul posto e ribaltare l’auto degli agenti.

 

Articolo PrecedenteOmicidio Ercolano, oggi udienza per il camionista: «Non ho sparato per uccidere». Ma i pm: resti in carcere
Prossimo ArticoloBolsonaro a Padova, tensioni tra manifestanti e polizia: idranti contro gli antagonisti
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.