La presenza del piccolo in casa è stata provvidenziale per accelerale i soccorsi. Il bambino ha fornito agli operatori del 112 i dettagli sullo stato di salute della madre in modo che i sanitari fossero già pronti, l’ha assistita in attesa dell’ambulanza e infine ha aperto immediatamente la porta ai medici.

Nonostante la tenera età, di fronte a un malore improvviso che aveva colpito la madre, ha avuto il sangue freddo di avvertire immediatamente i soccorsi, prestandole poi anche una rima assistenza in attesa di un’ambulanza, salvando così la vita alla donna. Protagonista della storia un bambino piemontese di soli 8 anni che era rimasto da solo con la madre nella casa di famiglia nell’Alessandrino. Quando la donna si è sentita male svenendo a terra, il ragazzino ha chiamato subito il numero unico delle emergenze, il 112, facendo scattare immediatamente la macchina dei soccorsi. Poco prima allo stesso numero aveva chiamato il padre che, avvisato in precedenza mentre era al lavoro, aveva avvisato che la moglie stava mala ed era da sola in casa col figlio minorenne.

Proprio la presenza del piccolo però è stata provvidenziale per accelerale i soccorsi. Il ragazzino infatti ha fornito agli operatori del 112 i dettagli sullo stato di salute della madre in modo che i sanitari fossero già pronti e ha aperto immediatamente la porta ai medici accorsi sul posto. Non solo, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza con il medico e gli infermieri, il piccolo ha eseguito diligentemente tutte le istruzioni che gli venivano impartire al telefono per aiutare la madre in difficoltà ed evitarle così altri traumi. La donna infatti pare abbia accusato anche delle convulsioni durante quei concitati minuti e la centrale operativa ha suggerito al figlio di metterle intorno cuscini e coperte, perché non si facesse male. Trasportata infine in ospedale, la donna fortunatamente si è ripresa, ha potuto riabbracciare il figlioletto ed ora sta bene.