Agrigento, un anziano solo e disperato chiama la polizia. Una storia triste, con un lieti fine solidale, quella di un anziano di Agrigento che, con una pensione bassa e incapace di far fronte alle spese per la casa, si è trovato senza aver nulla da mangiare. Immediato l’intervento della volante e anche del proprietario di un supermercato che si è offerto di offrire all’anziano qualche busta di cibo.

AGRIGENTO – “Aiuto, non ho soldi, non mangio da cinque giorni”. Inizia così, con una telefonata al centralino della questura di Agrigento, una storia di solidarietà, ma molto triste. Alla cornetta c’è un anziano, dice all’operatore del 112 che a causa di una pensione minima risicata, le bollette e l’affitto alto, non riusciva più a comprarsi da mangiare. Era digiuno da cinque giorni. E per i singhiozzi il poliziotto ha capito che quell’uomo era in lacrime.

Immediatamente, a casa del nonnino, è arrivata una volante della polizia che si è accertata della situazione. Il povero vecchietto, umiliato, e ancora con gli occhi lucidi ha raccontato agli uomini del reparto Volanti la sua situazione. La pensione risicata, le spese per le bollette che continuavano a salire e in più l’affitto. Per lui, in una Sicilia dove purtroppo i servizi sociali arrancano, per non dire che sono inestistenti, è stato troppo. Alzare il telefono e chiamare aiuto l’estremo gesto di un uomo solo, anziano, disperato e con le spalle al muro.

L’equipaggio si è così immediatamente recato in un supermercato nelle vicinanze. Latte, pasta, zucchero, le cose basi, un paio di buste di spesa che per l’anziano volevano dire sopravvivenza. Sembra assurdo, ma nell’Italia 2020 post Covid, è realtà. Ma è proprio al supermercato che avviene una seconda storia di solidarietà. Il proprietario del supermercato, sorpreso dal vedere due uomini in divisa fare la spesa, e venuto a conoscenza del destinatario di quella spesa salvifica, ha detto ai poliziotti che no, non avrebbe accettato i loro soldi. Quelle buste le potevano portare gratuitamente a quel vecchietto. Che andava bene così-

La volante con i due uomini a bordo torna così carica di cibo nella casa dell’anziano. Ed è facile immaginare il suo sorriso all’arrivo di un carico così prezioso condito dall’amicizia e dall’affetto che le divise sanno donare, specie quando non si ha un’altra possibilità. Dalla questura, infine, è scattata una segnalazione ai servizi sociali, sperando che qualcuno possa dare una mano all’anziano.