Agrigento, 400 migranti abbandonati a ridosso della spiaggia da una “nave madre”

0

Agrigento. Alcune centinaia di migranti – circa 400, secondo la stampa locale – sono sbarcati sulla spiaggia di Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, dopo essere stati “scaricati” da una nave madre a pochi metri dall’arenile. L’imbarcazione avrebbe poi subito ripreso il largo.

Alcune centinaia di migranti – circa 400, secondo la stampa locale – sono sbarcati sulla spiaggia di Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, dopo essere stati “scaricati” da una nave madre a pochi metri dall’arenile. L’imbarcazione avrebbe poi subito ripreso il largo. Sul posto sono immediatamente intervenuti carabinieri e polizia che, anche con l’ausilio di un elicottero, hanno iniziato a perlustrare la zona intercettando almeno 22 persone. Al lavoro anche tre motovedette della Guardia Costiera, che stanno setacciando l’intera costa nel tentativo di rintracciare la nave “madre” che tuttavia potrebbe essersi già dileguata.

Dopo essere sbarcati a piccoli gruppi i migranti si sono in fuga lungo le strade e le campagne. Molti di loro si sarebbero riversati sulla statale 115 con direzione Agrigento e avrebbero fermato delle persone, chiedendo  acqua e agli automobilisti un passaggio. Altri gruppetti sono stati segnalati in sosta, forse per riposarsi, sotto un albero. Lungo la statale 115 si sono portate le pattuglie della Polstrada. Polizia, carabinieri e militari della Capitaneria di porto stanno setacciando – fra strade principali e secondarie e campagne – tutta l’area circostante al punto d’approdo.

Sbarchi di questo tipo, così numerosi e con una nave “madre” che accompagna praticamente fino a riva i migranti, non si registravano da anni nel tratto di costa che va da Siculiana a Licata. C’è stato invece un tempo in cui questi episodi erano quasi sistematici, in particolare nei primi anni 2000, quando s’era aperto anche un “fronte” sbarchi nel Licatese.

 

Articolo PrecedenteCaserta, uccide la madre a coltellate e confessa: “Le sue pressioni erano insopportabili”
Prossimo ArticoloDimessa l’ultima paziente, l’ospedale da campo di Bergamo è vuoto: “Grazie agli alpini”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.