Afghanistan, Emergency: “Notizie di blitz dei talebani a casa di attivisti e artisti”

0
Afghanistan, Emergency

Afghanistan, Emergency: “Notizie di blitz dei talebani a casa di attivisti e artisti”. I combattenti stanno entrando “nelle case di ex attivisti, artisti e persone che si erano schierate in passato contro il regime talebano per cercare armi e documenti che possono rovinare la loro reputazione in città”. A dirlo, nel corso del quotidiano briefing con la stampa, Alberto Zanin, coordinatore medico del Centro per feriti di guerra di Emergencydi Kabul.

Quello che tutti temevano da domenica, giorno della conquista di Kabul da parte dei talebani, sta accadendo. Stando a quanto riferisce Emergency, l’ONG fondata da Gino Strada e sua moglie Teresa Sarti presente in Afghanistan dal 1999, i combattenti stanno entrando “nelle case di ex attivisti, artisti e persone che si erano schierate in passato contro il regime talebano. I talebani entrerebbero nelle case di privati per cercare armi e documenti, che possono rovinare la loro reputazione in città”. A dirlo, nel corso del quotidiano briefing con la stampa, Alberto Zanin, coordinatore medico del Centro per feriti di guerra di Emergency nella capitale afghana, il quale specifica che “su questo ci sono solo rumours, non abbiamo notizie dirette”. “Ieri sono arrivati nuovi feriti da arma da fuoco dall’aeroporto di Kabul, in tutto cinque o sei persone. Gli scontri in aeroporto sono una realtà ancora viva e presente: è l’unico posto in cui continua ad esserci caos e tensione. Si parla di diecimila persone che cercano di prendere voli di evacuazione”. Zanin ha aggiunto che “i pazienti feriti che arrivano dall’aeroporto nel nostro ospedale non hanno voglia di parlare in merito a quanto gli è accaduto”.

Ieri il coordinatore medico del Centro per feriti di guerra di Emergency ha lanciato un appello: “Chiediamo alla comunità internazionale di non abbassare l’attenzione su quello che sta accadendo in Afghanistan. Il grande rischio è infatti che, con il calare dell’attenzione mediatica e politica, una serie di problemi legati all’avvento di questa nuova dirigenza cadano nell’oblio”. A destare preoccupazione ora è soprattutto la situazione nella Valle del Panshir, unica area ancora nelle mani del governo in cui si stanno radunando le rimanenti truppe dell’esercito, dove Emergency gestisce un Centro medico-chirurgico e il Centro di maternità Valeria Solesin. Rossella Miccio, presidente dell’ONG, ha comunque ribadito la determinazione dell’organizzazione a portare avanti la propria attività nel Paese. “Noi continuiamo con il lavoro che stiamo facendo dal 1999 con tre ospedali e circa 40 cliniche in varie provincie, siamo estremamente preoccupati per i civili afghani che sono stremati da oltre 40 anni di guerra. Ci sono migliaia di persone che stanno scappando in aeroporto, e ci sono milioni di afgani nel Paese che non vanno abbandonati. Noi continueremo a rimanere per garantire uno dei pochi presidi sanitari aperti e gratuiti per curare le vittime, nonostante questa situazione di attesa e di incertezza”.

Articolo PrecedentePrevisioni meteo weekend 21-22 agosto: torna Lucifero, ma domenica iniziano i temporali
Prossimo ArticoloAfghanistan nell’incubo, rastrellamenti casa per casa contro i resistenti: “Rapiscono i bambini”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.