Addio al Brigadiere Claudio Santoro. Un altro figlio dell’Arma, dopo aver lottato con dignità, se n’è andato” così l’arma dei carabinieri ha annunciato la morte di Claudio Santoro, Brigadiere Capo in servizio nel Comando Compagnia Carabinieri di Lucera, in provincia di Foggia. Il 57enne era ricoverato da diversi giorni per i sintomi del coronavirus.

L’Arma dei carabinieri dice addio a un altro servitore dello stato portato via dal coronavirus. Si è spento nelle scorse ore all’età di 57 anni Claudio Santoro, Brigadiere Capo in servizio nel Comando Compagnia Carabinieri di Lucera, in provincia di Foggia. Il militare è deceduto nella notte tra lunedì 13 e martedì 14 aprile nel Policlinico Riuniti di Foggia dove era ricoverato da diversi giorni per i sintomi del coronavirus. Claudio Santoro era risultato positivo al tampone per il Coronavirus nelle scorse settimane, le sue condizioni si erano aggravate anche a causa di pregresse problematiche a livello respiratorio ed era stato costretto al ricovero. Nonostante le cure, il quadro clinico si è ulteriormente aggravato fino a portarlo alla morte.

“Un altro figlio dell’Arma, dopo aver lottato con dignità, se n’è andato. Nella notte, si è spento a 57 anni il Brigadiere Capo Claudio Santoro, militare di provata esperienza del Comando Compagnia Carabinieri di Lucera (FG)” si legge in un post pubblicato sui canali social dell’arma dei carabinieri che aggiunge: “I colleghi, così come tutti noi, terremo a mente la tua profonda competenza, facendone tesoro. Ai tuoi familiari, il nostro commosso abbraccio. Ciao Claudio”.

Tantissimi messaggi di cordoglio sui social alla notizia della morte del brigadiere capo originario di San Severo, sempre nel Foggiano. Tra di loro anche il sindaco di Lucera Antonio Tutolo. “A nome della città di Lucera e di tutti i Lucerini faccio le condoglianze alla famiglia, all’arma dei Carabinieri e alla compagnia di Lucera per la perdita del brigadiere capo Santoro. Originario di San Severo, Prestava servizio presso la compagnia di Lucera. Le più sentite condoglianze anche a tutta la Comunità di San Severo. Chi lo conosceva lo apprezzava per la sua gentilezza e disponibilità verso tutti. Ha lottato ma non ce l’ha fatta. Questa notte è deceduto” ha scritto il primo cittadino.

Diversi quelli che lo hanno ricordato quando prestava servizio al Comando Stazione di Amendola. “Abbiamo collaborato in servizio di vigilanza e scorte. Non ci siamo più persi di vista. Un uomo e un Carabiniere apprezzato per la sua disponibilità e professionalità. Riposa in Pace caro Claudio” ha scritto un conoscente. “Lo ricordo e lo conobbi anche io nella Base Aeronautica di Amendola, Davvero un gran uomo e un bravissimo carabiniere, molto disponibile” ha ricordato un altro utente sui social