A Lodi aumentano i casi di febbre del Nilo: salgono a dieci i ricoverati in ospedale

0
A Lodi aumentano i casi di febbre del Nilo.

A Lodi aumentano i casi di febbre del Nilo. Sale a dieci il numero dei pazienti ricoverati all’ospedale di Lodi per casi accertati di febbre del Nilo. Si tratta di una malattia trasmessa dalle zanzare che può portare a sintomi di vario tipo, da febbre e nausea a gravi danni neurologici. I malati hanno tra i 49 e i 79 anni e sono ricoverati in reparti diversi.

Si allarga la diffusione della febbre del Nilo, o West Nile Desease, nella zona della bassa lodigiana. Sale a dieci il numero dei ricoverati, tutti all’ospedale Maggiore di Lodi.

Dieci persone ricoverate a Lodi per febbre del Nilo
I pazienti che si trovano al momento ricoverati hanno età e sintomi molto diversi tra loro. “Si tratta di pazienti dall’età compresa tra i 49 e i 79 anni”, ha spiegato la dottoressa Maria Chiara Cerri del reparto Infettivi. I malati hanno sintomi molto vari, come è usuale nei casi di contagio da virus West Nile. Per questo sono ospitati in reparti differenti, tra i quali anche quello di Neurologia.

Primario di malattie infettive: Non c’è cura, fondamentale la prevenzione

Il primario di Malattie infettive, Angelo Regazzetti, ha spiegato: “Non c’è un farmaco per questa malattia. La terapia è sintomatica. E, naturalmente, non c’è nemmeno un vaccino possibile. Per questo risulta molto importante prevenirla con la disinfestazione dalle zanzare comuni autoctone del genere ‘culex pipiens’ e la protezione individuale”.

Su segnalazione dell’Ats di Milano, che ha competenza anche su Lodi, molti comuni della bassa hanno avviato la disinfestazione dalle zanzare. L’allerta è scattata a San Martino, Massalengo, Graffignana, Borghetto, Vidardo, Casaletto e nella Bassa.

Cos’è il Virus del Nilo o virus West Nile
Il virus West Nile, o Virus del Nilo è trasmesso dalla puntura delle zanzare. Si trova comunemente in Africa, Asia occidentale, Europa, Australia e America. Tuttavia anche in Italia si registrano casi di pazienti infettati da questo virus quasi ogni anno. Il tempo di incubazione varia da 2 a 14 giorni, o 21 nei soggetti con deficit nel sistema immunitario. Si tratta di una condizione per lo più asintomatica che, nel 20% dei casi, può presentare sintomi leggeri come febbre, mal di testa, nausea, vomito, linfonodi ingrossati, sfoghi cutanei. In soggetti anziani o persone debilitate sono però possibili sintomi gravi e danni anche permanenti.

Articolo PrecedenteSicilia, movida serale con obbligo di mascherina: “È una cavolata, a cosa serve?”
Prossimo ArticoloMIGRANTI. SOLINAS: “L’ISOLA DEVE RESTARE SICURA, RIMPATRIO IMMEDIATO DEI CLANDESTINI”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.