Pigneto, aggressori colpiscono e prendono a morsi un 23enne per rubargli il telefonino

Un giovane di 23 è stato vittima di un’aggressione nei pressi del Pigneto. Il ragazzo è stato circondato da tre uomini nei pressi di via L’Aquila, dove è stato preso a morsi mentre teneva il telefono tra le mani. Gli uomini sono riusciti a fuggire, ma sono stati poi rintracciati dai Carabinieri.

Un ragazzo di 23 anni è stato aggredito e preso a morsi da tre uomini in via L’Aquila, al Pigneto. Il giovane era arrivato nel quartiere per trascorrere una serata in compagnia di alcuni amici, quando è stato accerchiato e colpito a più riprese da tre aggressori, che hanno iniziato a malmenarlo per ottenere il suo telefonino. Il ragazzo è stato colpito più volte, ma non ha mai mollato il proprio smartphone, stringendolo tra le mani nonostante il giovane fosse stato preso a pugni e si fosse ritrovato a terra. Il 23enne stava riuscendo nel suo scopo, quando uno degli uomini ha cominciato a dargli dei morsi sulla sua mano, cercando di strappare l’apparecchio con i denti. A quel punto il ragazzo non ha potuto far altro che mollare la presa a causa del dolore insopportabile: gli aggressori, una volta preso l’oggetto, sono spariti senza lasciare tracce. Il 23enne ha provato a inseguirli con la mano sanguinante, ma una volta arrivato in via del Pigneto ha incrociato una pattuglia dei Carabinieri del distretto, che era impiegata proprio nel servizio di prevenzione nei quartieri della movida della Capitale. Dopo l’allarme lanciato dal ragazzo gli agenti hanno fatto scattare le ricerche in tutta la zona, nel tentativo di risalire ai responsabili.

I due aggressori del Pigneto sono stati arrestati
Gli uomini della squadra mobile si sono subito messi sulle tracce degli uomini, trovando due di loro mentre erano in fuga. Gli aggressori sono stati individuati e arrestati dai militari di Piazza Dante, che in precedenza avevano soccorso il ragazzo sanguinante. I fermati sono due immigrati di 28 e 23 anni. Uno di loro aveva con sé lo smartphone del ragazzo in tasca, prontamente restituito al legittimo proprietario. Entrambi gli aggressori sono stati arrestati e portati nel carcere di Regina Coeli, con l’accusa di concorso in rapina aggravata. Adesso i Carabinieri stanno danda la caccia al loro complice, che è riuscito a dileguarsi fuggendo tra le strade del Pigneto.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi