Facebook potrebbe limitare la visibilita’ dei gruppi no-vax

Fonte a CNN, il Social studia metodi di controllo della disinformazione

 Giro di vite in arrivo su Facebook sulla visibilita’ dei gruppi no-vax: secondo la Cnn, il Social sta studiando le modalita’ per porre un freno alla disinformazione veicolata sulla sua piattaforma, in collaborazione con diversi esperti di salute pubblica.
A renderlo noto, alla piu’ famosa rete televisiva Usa, e’ stato un rappresentante di Facebook coperto dall’anonimato.
Secondo la fonte, il social non potra’ eliminare i gruppi contro i vaccini e quindi i loro messaggi, pianifica di cambiare le regole interne sui messaggi pubblicitari e di introdurre misure per diminuire la visibilita’ dei no-vax con diversi approcci.
Qualche esempio: i no vax non appariranno nella lista dei gruppi raccomandati da Facebook; i messaggi contenenti disinformazione sui vaccini verranno messi in fondo alla pagina delle ‘news’ del Social; i motori di ricerca usati dagli utenti di Facebook non daranno risalto ai gruppi di no-vax. Una ricerca condotta su Facebook dalla stessa Cnn sul termine ‘vaccini’ – spiega il reportage – ha diretto l’utente immediatamente ai gruppi anti vaccini. Cio’ – con le nuove misure – non accadra’ piu.
Con il riemergere dei focali di morbillo e altre malattie infettive, il Social e’ sotto pressione da tempo per il suo ruolo nel veicolare informazioni ingannevoli sui rischi dei vaccini.
Art Caplan, capo della divisione di Etica Medica della ‘New York University’, ha commentato i possibili nuovi interventi di Facebook: “E’ una buona notizia, che dimostra come il Social, sia pure per piccoli passi, sta andando nella giusta direzione”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi