Fotografo italiano ferito in Siria. Non è in pericolo di vita

Nella zona di Dayr az Zor

Un fotografo italiano è rimasto ferito in Siria. Si tratta di Gabriele Micalizzi, 34 anni, milanese: era nella zona di Dayr az Zor per documentare l’offensiva curdo-araba, appoggiata dagli Usa, contro l’ultima sacca di resistenza dell’Isis nel Paese. L’italiano, secondo quanto si apprende da fonti informate, è ora ricoverato in un ospedale della zona, non è in pericolo di vita e sarà rimpatriato quanto prima, secondo il Rojava information center, che fa capo alle forze curdo-siriane che guidano l’offensiva anti-Isis nella zona di Baghuz, sulla riva orientale dell’Eufrate.

Facebook Comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi