Il picco dell’influenza, 52 morti dall’inizio dell’epidemia

Nell’ultima settimana 13 decessi, 282 i casi gravi

Sono 282 i casi gravi e 52 i decessi a causa dell’influenza – 13 dei quali nell’ultima settimana – registrati dall’inizio della stagione epidemica. Questo il bilancio della rete di sorveglianza Influnet dell’Istituto superiore di sanità.

Il numero di casi gravi e decessi ha registrato un aumento negli ultimi 7 giorni monitorati, che hanno segnato il picco dei contagi con 832.000 casi in una settimana. L’80% dei casi gravi e l’85% dei decessi presentano almeno una patologia cronica preesistente. I dati del Sistema nazionale di sorveglianza InfluNet evidenziano che nella quinta settimana del 2019 (28 gennaio – 3 febbraio), molto probabilmente, la curva epidemica delle sindromi influenzali ha raggiunto il suo picco stagionale.

In linea con i dati degli ultimi anni, anche questa stagione influenzale ha interessato soprattutto le età pediatriche. In particolare, emerge che l’incidenza per i bambini sotto i cinque anni ha superato quella della stagione 2017-18. L’influenza ha colpito tutte le Regioni italiane, anche se “in modo particolare – rileva la rete di sorveglianza – quelle del Centro e Sud”. Dall’inizio della sorveglianza sono stati stimati 4.780.000 casi di sindrome influenzale in tutto il Paese.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi