In arrivo maestrale e neve a basse quote

Temperature giù in tutta l’Isola e possibili piogge

La Protezione civile regionale ha emesso una nuova allerta maltempo per l’arrivo in Sardegna di forte vento di maestrale. L’avviso è scattato alle 14 e resterà in vigore fino alle 24 di mercoledì 9 gennaio. L’Isola sarà interessata da una forte ventilazione occidentale sulle zone costiere e in prossimità dei rilievi che poi si intensificherà fino a burrasca di maestrale. Il 9 si assisterà ad una progressiva attenuazione del vento sulla Sardegna settentrionale ma resterà sostenuto, con picchi di burrasca, nelle zone costiere occidentali e meridionali. Saranno possibili mareggiate lungo le coste esposte a nord-ovest.

NEVE A BASSA QUOTA – Pioggia e neve anche a quote basse e collinari. Con una sferzata di aria ghiacciata portata dal maestrale che farà battere i denti. La nuova ondata di maltempo che dalle prossime ore si abbatterà sulla Sardegna sarà diversa da quella che nei primi giorni dell’anno ha fatto precipitare le temperature in tutta l’Isola.

“Le dinamiche saranno differenti dalla precedente saccatura – spiega Dario Secci, meteorologo di Sardegna Clima – Ci sarà comunque occasione per vedere, anche nell’isola, qualche pioggia e qualche nevicata. Già oggi è previsto un aumento progressivo dell’intensità del vento, con valori di burrasca in tarda serata su alcune zone dell’Isola”.

Le deboli precipitazioni faranno capolino a partire dal pomeriggio sui settori occidentali e “la neve si presenterà prima oltre i 1400 metri, sul Gennargentu, ma poi anche a quote più basse – annuncia l’esperto – mercoledì 9 arriva il maestrale forte sul settore occidentale, in attenuazione dalla tarda mattinata nel settentrione”.

La notte tra mercoledì e giovedì, poi, il punto più basso delle temperature. “Sarà questa l’occasione per vedere le prime deboli nevicate di stagione a quote collinari – chiarisce Dario Secci – con fiocchi a partire dai 500-600 metri”. Anche se per breve tempo, visto che un miglioramento è previsto già dalle prime ore del mattino. “Si attende pertanto un bianco risveglio sui comuni più alti della Sardegna, debutto dell’anno, con possibili disagi alla circolazione stradale sulle strade di montagna”.

Anche dagli esperti del dipartimento Meteoclimatico dell’Arpas arriva la conferma dell’abbassamento delle temperature. “E’ previsto un cielo nuvoloso con isolate precipitazioni – spiegano – con cumulati localmente fino a moderati che in serata potranno assumere carattere nevoso anche a quote collinari. Possibili gelate nelle ore più fredde. Temperature minime stazionarie, malgrado un rialzo mattutino, e massime in lieve calo. e nelle giornate di venerdì e sabato – concludono dall’Arpas – saranno probabili gelate nelle ore più fredde”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi