Hacker attaccano Facebook, pubblicati 81mila messaggi privati

Un gruppo di hacker ha dichiarato di aver violato 120 milioni di profili Facebook, specie in Russia, Ucraina, Stati Uniti e Brasile

Degli hacker hanno comunicato alla Bbc di essere in possesso di dati di 120 milioni di utenti Facebook di cui pare abbiano già pubblicato i messaggi privati di 81mila. Probabilmente i dati in questione sono stati trafugati tramite estensioni del browser atte a carpire tali dati, siccome lo stesso Facebook dichiara di non aver subito una violazione della sicurezza.

Gli hacker hanno cercato di vendere i dati che, stando alle informazioni raccolte dall’emittente inglese, provengono da account prevalentemente ucraini e russi. Vi sono profili anche provenienti da Regno Unito, Stati Uniti, Brasile e altri paesi.

Come riferisce la Bbc, tramite il direttore esecutivo Guy Rosen, Facebook fa sapere che “Abbiamo contattato i produttori di browser per garantire che le estensioni dannose conosciute non siano più disponibili per il download nei loro negozi. […] Abbiamo anche contattato le forze dell’ordine e collaborato con le autorità locali per rimuovere il sito web che mostrava le informazioni dagli account di Facebook”.

Secondo il social network i dati potrebbero essere stati trafugati tramite una o più delle estensioni presente nello storie come ad esempio le applicazioni di bookmarking o i mini giochi. Queste estensioni potrebbero aver silenziosamente monitorato gli utenti che le hanno aggiunte, inviando i dati personali agli hacker.

È un periodo un po’ buio per la sicurezza di Facebook. Dopo la violazione di più di 50 milioni di profili, il colosso dei social network sta correndo ai ripari cercando partner per la lotta ai cyber crimini e probabilmente tutto questo è la causa del calo degli utenti giornalieri di Facebook.

 

Facebook Comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi