Baby: su Netflix la serie italiana sulle squillo dei Parioli

Sta per arrivare su Netflix la serie “Baby” che ricorda lo scandalo delle squillo dei Parioli, qui la prima foto

La cronaca diventa fiction, di nuovo. Su Netflix è in arrivo una nuova serie tv, prodotta in Italia e distribuita globalmente, dal titolo Baby.

Lo show di cui non si conosce una data di trasmissione, ricorderà i fatti di cronaca che evidenziarono un giro di ragazze squillo minorenni tra i quartieri romani dei Parioli.

E proprio questa mattina è stato inaugurato il primo account ufficiale Instagram di Baby, che mostra la prima foto ufficiale della serie tv. Nello scatto, riportato qui all’interno della news, sono evidenziate le due protagoniste interpretate da Benedetta Porcaroli e Alice Pagani, rispettivamente nel ruolo di Chiara e Ludovica. La vicenda ovviamente romanzerà il fatto di cronaca che ha osso la borghesia romana, in fatti nasconde saggiamente una storia di formazione.

Baby esplorerà una vita fatta di segreti e misteri di alcuni adolescenti romani che sfidano la società sullo sfondo di amori proibiti e pressioni familiari. Una storia di adolescenti in cerca di se stessi e di amore, un racconto disinibito, dark che colpirà il cuore del pubblico. La serie che è diretta da Andrea de Sica e Anna Negri, oltre alle due attrici già annunciate è prevista la partecipazione anche di Isabella Ferrari, Claudia Pandolfi, Massimo Poggio, e Claudio Calabresi. Baby è la seconda serie tv italiana che viene realizzata per la piattaforma di Netflix. Annunciata lo scorso anno, è entrata in produzione dopo il grande successo ottenuto da Suburra, di cui tutt’oggi sono in fase avanzata le riprese del secondo capitolo. Non si conosce quando Baby debutterà sul web, ma si pensa ad una premiere in autunno inoltrato.

 

Facebook Comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi