Cristiano Ronaldo più cercato di Google e Facebook: è CR7 mania non solo a Torino

Il nome del campione portoghese accostato alla Juventus ha stravolto addirittura le ricerche sul web. La psicosi è totale: CR7 ha superato Google e Facebook, tra le parole più cercate di giovedì 5 luglio

Cristiano Ronaldo è il leader del web. Lo dicono i suoi numeri personali, che lo classificano in cima alle persone più seguite sui social, e lo confermano i dati relativi alle ricerche su internet delle ultime ore: il campione del Real Madrid, nella giornata di giovedì 5 luglio, all’ora di pranzo, ha superato parole chiave come “Facebook” e “Google”, le più cercate di sempre (con rispettivamente 100 milioni e 25 milioni di ricerche al mese, secondo i dati di Google AdWords). Nello specifico, è “Ronaldo” la parola più digitata. E non solo in Piemonte: anche in diverse regioni del sud (Puglia, Sicilia), solitamente feudi del tifo bianconero. Insieme ad altre ricerche, relative alle eventuali visite mediche del giocatore, a una formazione ipotetica della Juventus, al nome di sua mamma. Senza dimenticare un’altra curiosità: “Dove potrebbe andare a vivere? In collina o in città?”. Il nome di CR7, accostato alla Juve ha stravolto le ultime ore del mercato, del calcio, delle due città coinvolte – Madrid e Torino -, ma non solo. Dal gelato al gusto “CR7” disponibile in un bar del capoluogo piemontese fino alle maglie bianconere con il nome dell’asso portoghese che hanno invaso il web, senza dimenticare le tante fake news e i tanti fantomatici avvistamenti. Allucinazioni? Forse. Quel che è certo è che la Cristiano Ronaldo mania continua a coinvolgere tutti. E a stravolgere anche le tendenze più radicate.

Cristiano Ronaldo: le visite mediche

Tra i sognatori e i più realisti, c’è chi sceglie di affidarsi direttamente al web per sciogliere i propri dubbi. E, a quel punto, il pensiero viene spontaneo. Se Cristiano Ronaldo dovesse diventare un giocatore della Juventus, forse, sarebbero già in programma le visite mediche di rito? Ecco l’altro dato sorprendente. Insieme al nome dell’attaccante portoghese, un’altra delle parole chiave più cercate sul web è quella legata alle visite mediche del giocatore. L’idea è quella di trovare un segnale, un dettaglio in più, un chiarimento su una vicenda che sta impressionando tutti. E se il web contiene tutte le risposte…

La formazione della Juventus con Cristiano Ronaldo

Dalle visite mediche “immaginarie” alla formazione bianconera che include anche il nome di Cristiano Ronaldo. Senza neanche passare per l’eventuale firma e un’ipotetica presentazione a Torino. Su internet, si scrive così: “Formazione Juve con Ronaldo”. Del resto, se si sogna, è bene farlo in grande. E così, spuntano ovunque le formazioni della Juventus con l’asso del Real Madrid come guida dell’attacco di Massimiliano Allegri. Eccone una: sistema di gioco 4-3-3 – Szczesny; Cancelo, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Can, Pjanic, Matuidi; Dybala, Ronaldo, Douglas Costa. Idee, pensieri, formazioni improvvisate con una curiosità generale: come potrebbe essere la Juventus con Cristiano Ronaldo in campo? Un tridente formato da CR7, Dybala e Higuain, infatti, sarebbe forse il più forte di sempre.

La casa di Cristiano Ronaldo a Torino

In collina, in centro o fuori città? Magari con garage e piscina al coperto. Un altro trend che appare sul web è quello legato all’eventuale abitazione del portoghese a Torino. C’è chi si chiede se abbia già scelto una location in particolare. E se sì, quale? Tra le ricerche su Google, compaiono addirittura località torinesi come Revigliasco, uno storico borgo collinare nel comune di Moncalieri. Insomma, vanno tutti a caccia di ulteriori dettagli e delle preferenze di Cristiano Ronaldo. Anche dal punto di vista degli immobili.

Ricerche non solo a Torino: le regioni del sud sono bianconere

Cristiano Ronaldo ha stregato tutti. I tifosi spagnoli che si chiedono quale sarà il futuro del loro beniamino. Poi i portoghesi. In primis i tifosi bianconeri, ma non solo. Tutti gli appassionati di calcio o di sport in generale si stanno chiedendo, in queste ore, quale sarà il futuro di CR7. Anche perché il suo eventuale arrivo in Italia sarebbe un colpo rivoluzionario per la serie A e per il calcio italiano in generale. L’altro dato sorprendente è l’interesse geografico della ricerca. L’immagine parla chiaro: non solo Piemonte, Liguria e l’alta toscana. Le regioni del sud sono bianconere. Nello specifico, la Puglia, la Calabria e la Sicilia. Tutti sul web: per provare a capire di più.

La mamma è sempre la mamma

Si digita il nome di Cristiano Ronaldo e si cerca anche quello di Dolores Aveiro. Del resto, la mamma è sempre la mamma… E chi, meglio di lei, può conoscere i sogni, le aspettative, i reali motivi della rottura tra CR7 e il Real Madrid. Oppure, se al portoghese possa piacere il clima e la cucina italiana. Così come la città di Torino e l’ambiente bianconero. Dolores Aveiro è colei che gli ha trasmesso la forza, il coraggio e la determinazione. La stessa che qualche ora fa ha postato su Instagram una foto con scritto: “Tutto pronto per domani”. E in molti hanno pensato che quello potesse essere l’indizio di una nuova avventura in arrivo per suo figlio.

CR7 mania anche in Germania

Cristiano Ronaldo è in grado di influenzare tutto e tutti. E’ un marchio globale che cambia anche il modo di seguire le notizie e di raccontarle, per un colpo che sarebbe uno dei più grandi di sempre. Motivo per cui i colleghi tedeschi di Sky Sport stanno seguendo la vicenda con un liveblog: minuto dopo minuto, ora dopo ora per capire tutti i dettagli di una vicenda che ha catturato l’attenzione del mondo sportivo. Arriva sempre dalla Germania, un’idea pratica davvero niente male…un kit fai da te per realizzare la maglia di CR7. Robe geniali? Forse. L’obiettivo è quello di non perdere altro tempo…

Facebook Comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi